The Defenders: il punto di arrivo dei supereroi Netflix

C’è stato l’apripista Daredevil, la supereroina noir Jessica Jones, la variazione in salsa blackxploitation di Luke Cage e infine il figlio di papà Iron Fist. E poi c’era Elektra, The Punisher, La Mano, Kingpin e compagnia bella. 4 serie tv, 1 stagione per una, 2 per Daredevil. Ora arriva un unica stagione per mettere assieme gli Avengers della tv, la serie Netflix The Defenders.

La trama

Matt Murdoch, Luke Cage, Jessica Jones e Danny Rand stanno seguendo ognuno la propria pista, in cerca di risposte. Sulla loro strada troveranno La Mano, l’organizzazione criminale che tenta di distruggere New York, nuovi villain e vecchie conoscenze. Dovranno unire le forze per sperare di vincere.

La serie

C’era grande attesa dietro a The Defenders. Una vera serie evento. E le aspettative erano altissime, nonostante la delusione di alcuni per questo o quel supereroe. La maggior parte di noi comunque ha un vivo entusiasmo per Daredevil e si aspettava almeno quei livelli. La missione non era facile, ma si può dire che The Defenders è riuscita abbastanza bene nell’impresa.

netflix the defenders

Battistrada sono stati certamente i film del MCU, che ormai dettano legge nel settore. La costruzione è stata la medesima. Le serie per presentare i vari personaggi, l’ultima per riunirli. A Matt Murdoch/Daredevil, fino ad ora il preferito dal pubblico, la leadership della squadra (allo stesso modo di Tony Stark/Iron Man).

Più corta, solo 8 episodi, e con più personaggi e storie, The Defenders avrebbe la necessità di condensare il più possibile l’azione. Non è quello che succede. La serie se la prende comoda e sfrutta i primi 2-3 episodi per seguire i suoi protagonisti. Il momento dell’incontro ha ovviamente un sapore epico.

The Defenders è la somma di quello che abbiamo visto a partire da Daredevil

Nonostante la necessità di unire le diverse storie, The Defenders riesce a mantenere un ottimo equilibrio di stili. La fotografia e il ritmo sono diversi a seconda dei diversi focus. Le sequenze su Luke Cage sono calde, quelle di Jessica Jones più fredde e cupe. Diversi stili e diversi caratteri non stonano al momento dell’unione. La serie riesce a dare un senso ai punti di forza e ai difetti dei vari supereroi rendendo le scene di gruppo indimenticabili. Difficile rimanere insoddisfatti.

La vera debolezza di The Defenders è forse che quegli 8 episodi, per quanto pochi, rischiano di essere anche troppi. La serie deve necessariamente scindersi e spesso sembra di assistere costantemente a episodi delle varie serie in solitaria. Questo porta a pensare che forse sarebbero bastati anche 6 episodi per questo vero e proprio evento.

netflix the defenders

Ottimo invece il villain carismatico di Sigourney Weaver che ruba la scena e non fa rimpiangere quello che fino ad ora è il miglior cattivo, Wilson Fisk. Ottimi anche gli altri personaggi di contorno e interessanti i rimandi a momenti delle stagioni precedenti. Non mancano anche in questo caso alcuni riferimenti ai film del MCU.

L’opinione

The Defenders è un esperimento riuscito che ci lascia con il desiderio di vedere al più presto altre avventure dei supereroi di New York. Il tutto in attesa di nuovi personaggi e di una seconda stagione di questa serie.

Consigliato a: agli amanti dei cinecomics e ai fan di film d’azione e arti marziali

Trailer:

Cosa dice la critica:

IMDb: 8,4/10
Rotten Tomatoes: 78%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.3
Sending
Il tuo voto 0 (0 voti)
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.