The Host (2006) [Acchiappa sto film]

The Host è un monster movie del 2006 diretto da Bong Joon-ho che detiene ancora oggi il record di incassi in Corea del Sud.

La trama di The Host

La spregiudicatezza di alcuni scienziati li porta a gettare dei rifiuti tossici nel fiume Han. La conseguenza è una mutazione genetica che crea un mostro pronto a seminare il panico in Corea del Sud. Ma dovrà vedersela con una famiglia.

Il film

Nonostante il solito plot, The Host è una variazione sul tema pazzamente originale. Accettate le premesse il film alterna attimi orrorifici ad altri semicomici, drammaticità a umorismo surreale in pieno stile coreano. La storia affronta un tema tanto caro al regista Bong Joon-ho come quello ambientale, presente in quasi tutti i suoi lavori. Anche se The Host è una sorta di fantahorror ha tantissimi punti in comune con il recente Okja dello stesso regista. Tanto che alcune sequenze di Okja sembrano l’evoluzione di qualche scena presente in questo lavoro.

L’ambiente va rispettato e temuto, altrimenti si ribella. La parte iniziale del film lascia intuire gli sviluppi ed in questo è quasi teatrale, sopra le righe (in realtà il film è costantemente sopra le righe), fino al definitivo turning point con l’arrivo della creatura. Da qui in avanti The Host è una rivelazione con una trama mai scontata che gira largo e tocca molti punti, ma che non perde di vista l’obiettivo.

the host 2006

The Host è un film ambientalista e anarchico

Il governo è bollato come menzognero e complottista. Di fronte a tutto questo la forza dell’amore di una famiglia può fare miracoli e trasformare anche il più patetico dei padri in un supereroe.

Il film è in grado di disegnare anche una creatura degna di memoria, non tanto per la qualità tecnica (una CGI abbastanza imperfetta, quasi fumettistica), quanto per l’aspetto (è una sorta di pesce mischiato ad alien) e la particolarità dei movimenti (si dondola con la coda).

the host 2006

Due sequenze sono assolutamente geniali: la prima volta in cui il mostro si rivela e il momento di puro terrore in cui si scopre il destino delle sue vittime.

Tra il cast menzione particolare per la giovane Ah-sung Ko che rivedremo in Snowpiercer. Bella la fotografia di Hyung-ku Kim.

Consigliato a: chi ama i monster movie, i fantahorror e i film coreani meno impegnativi.

Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

7,0/10
93%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.5
Sending
Il tuo voto 9 (1 voto)
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.