Luglio 12, 2020

Cargo (2017): su Netflix una corsa contro il tempo e gli zombie

cargo

Cargo è un film post-apocalittico diretto da Ramke e Ben Howling ed interpretato da Martin Freeman. È uscito su Netflix a maggio 2018.

La trama di Cargo

Un’epidemia letale si è scatenata sull’Australia ed il pericolo di essere morsi e diventare zombie è dietro l’angolo. Un padre ha 48 ore di tempo per portare in salvo la propria figlia.

Il film

Molti dei fan della prima ora di The Walking Dead rimpiangono ormai da anni le prime favolose stagioni, quando ancora la serie tv dimostrava un po’ di coraggio. Raramente nel cinema e nei serial si trova capacità di osare, nonostante questo il filone degli zombie movie è stato preso d’assalto con risultati positivi e negativi.

Cargo è senza dubbio un risultato positivo, allontanandosi dalla zona “horror” e presentandosi più come un dramma post-apocalittico (potrebbe ricordare lontanamente The Road, senza raggiungerne la poetica) con un padre impegnato a sacrificare ogni cosa per il benessere della figlia piccola.

Il film è ambientato nell’entroterra australiano, tra fiumi, boschi e paesaggi desertici. L’ambientazione desolata amplifica la sensazione di impotenza del protagonista, in cerca di un porto sicuro. La storia non ha bisogno di introduzioni, ormai sappiamo tutti quali sono le regole dei film di zombie e diamo per scontato ciò che è successo inizialmente. Non c’è gore, Cargo non punta a terrorizzare lo spettatore con secchiate di sangue, piuttosto vuole avvicinare il più possibile al dramma famigliare e l’empatizzazione con il protagonista e la figlia.

cargo

La situazione comunque è disperata. Dopo essere morsi si hanno 48 ore di tempo prima della trasformazione (con tanto di cronometro al polso del protagonista, che forse fa parte di una sorta di kit medico dato dal governo a tutti?). Così inizia il travaglio alla ricerca di qualcuno a cui lasciare la bambina, che se rimanesse sola sarebbe condannata a morte certa. Di chi fidarsi?

Il film avanza tra incontri e scontri, alleati e nemici, non disdegnando gli aspetti folkloristici del territorio

Elemento essenziale della trama saranno infatti gli aborigeni. Interessanti anche i tocchi di originalità dati alla mutazione zombie, con una sorta di sostanza simile al miele che cola da occhi, narici e bocca ed il tentativo dei morti viventi di riparsi in una sorta di “letargo”.

Cargo scorre davvero bene anche grazie alla bellissima interpretazione di Martin Freeman, le cui espressioni lasciano trasparire tutto il dramma della vicenda. Di forte impatto alcune sequenze come quella della famiglia in riva al fiume ed il bellissimo finale.

Il risultato è un film che si gusta senza problemi e che cerca di ambire ad una certa profondità. Purtroppo questa ambizione è fermata da un’evoluzione troppo rapida della seconda parte del film e dalla mancanza di spiegazioni su alcune dinamiche della storia (vedi appunto i “tocchi di originalià”). Cargo rimane comunque un must per gli amanti di questo tipo di film.

cargo

Consigliato a: gli amanti dei drammi fantascientifici con una solida sceneggiatura; i fan di The Walking Dead.

Trailer:

Cosa dice la critica:

Cargo (2017): su Netflix una corsa contro il tempo e gli zombie 1 6,4/10
Cargo (2017): su Netflix una corsa contro il tempo e gli zombie 2 82%

Totale
7.5/10
7.5/10
  • Trama - 7.5/10
    7.5/10
  • Realizzazione - 7.3/10
    7.3/10
  • Impatto - 7.7/10
    7.7/10