Aprile 10, 2020

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 1

Ad un paio di mesi dall’uscita di Aladdin non sono mancate le critiche, specialmente verso il Genio, interpretato da Will Smith. Prima di saltare a conclusioni affrettate, vi elenchiamo le sue sette migliori interpretazioni (chissà perchè proprio sette hehe).


Hancock (2008)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 2

Un eroe americano alcolizzato e incivile si trova alle prese con la legge americana.

 


La ricerca della felicità (2006)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 3

Chris Gardner e il figlio di appena cinque anni (interpretato dal suo vero figlio, Jaden Smith) vengono sfrattati dal loro appartamento e si ritrovano in mezzo alla strada senza un posto dove andare. Un’assunzione miracolosa cambierà le cose?

 


Alì (2001)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 4

La storia vera di Muhammad Alì alias Cassius Clay, il leggendario puglie americano. Will Smith in stato di grazia ottiene la sua prima nomination agli Oscar. E ricordiamoci che il film è diretto da Michael Mann.

 


Bad Boys (1995)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 5

Poliziesco cult diretto da Michael Bay e con Martin Lawrence. Viene dato su Italia 1 con la stessa frequenza di Una poltrona per due.

 


Sette Anime (2008)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 6

Altro ruolo di spessore, sempre con Muccino, a due anni di distanza da La ricerca della felicità. Questa volta il protagonista è Ben Thomas, un aspirante benefattore in cerca di riscatto. Puoi recuperare la nostra recensione completa qui.

 


Hitch – Lui si che le capisce le donne (2005)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 7

La quintessenza del manuale di corteggiamento di una donna. Hitch la insegna, la predica, ma sarà in grado di applicarla a se stesso?

 


Io sono leggenda (2007)

Le 7 migliori interpretazioni di Will Smith 8

Un virus irrefrenabile creato dagli esseri umani rende il dottor Neville l’unico sopravvissuto della sua razza. Ha a disposizione il suo fedele cane e poco, pochissimo tempo.

 


La versatilità è la caratteristica che contraddistingue da sempre Will Smith, partito dal basso raccontandoci la vita di un ragazzino pestifero del quartiere di Bel Air di Los Angeles. L’evoluzione dell’uomo e dell’attore è stata strabiliante, portandolo a trasmettere quanto appreso al figlio Jaden, che sembra imparare in fretta.

Non ci resta che recarci nelle sale per questo remake Disney previsto per il 22 maggio, di cui vi lasciamo il trailer: