Maggio 25, 2020

6 consigli per schivare gli spoiler e vivere felici

6 consigli per schivare gli spoiler e vivere felici 1

Chi è morto? Come è andata a finire? Chi salva tutti all’ultimo minuto? È stato il maggiordomo?

Nell’ultimo periodo lo spoiler è diventato sempre più un pericolo. Mentre la rete ancora battibecca su quale possa essere tempo massimo da attendere per cominciare a spoilerare (secondo i fratelli Russo è di 2 settimane!), c’è chi è davvero stronzo e trolla la gente fin dai primi giorni di uscita del nuovo film di culto spoilerando a go-go e chi invece fa una vita da eremita dovendo attendere qualche giorno prima di recuperare l’episodio conclusivo della serie tv che guardano tutti o il nuovo film Marvel/Star Wars/qualcosa-che-non-è-della-Disney.

Ma esiste un modo per non fottersi l’esistenza e poter vivere una vita felice senza spoiler attendendo il giusto momento per recuperare la serie tv o il film dell’anno? Forse si. Ecco 6 consigli per schivare gli spoiler e vivere felici:

1. Scorrete la bacheca di Facebook guardando ma non guardando

Facebook è indubbiamente il posto più delicato ed uno dei maggiori canali di spoiler. I rischi maggiori derivano dalla propria bacheca dove, mentre si scorrono le foto dei gatti o degli amici in vacanza, all’improvviso potrebbe saltare fuori un Thor ingrassato o Daenerys con una fitta alla pancia. Per evitare di farsi cogliere impreparati il consiglio è di scorrere i post della bacheca in una sorta di fissità oculare degna di uno Jedi. Cercate di non focalizzarvi sul contenuto tra un post e l’altro e rendete nitida l’immagine solo nel momento in cui vi accorgete che non si tratta di un possibile spoiler. Ma se cogliete qualche parola chiave a rischio (come il titolo del film o della serie in questione), scorrete avanti fissando i lati o il vostro dito.

2. Evitate i gruppi come la peste

Se fate parte di gruppi Facebook su cinema o serie tv modificate subito le impostazioni in modo da non poterne vedere i post sulla vostra bacheca. Purtroppo in alcuni di questi c’è gente senza regole, veri e propri talebani degli spoiler. Vade retro! Se ne avete su Whatsapp o Telegram evitateli proprio per i giorni necessari.

3. Togliete l’anteprima delle notifiche

Whatsapp, Messenger o Telegram. Qualunque sia la vostra applicazione di messaggistica preferita hanno tutte un grosso problema: se qualcuno vi scrive un messaggio compromettente potreste vederlo in anteprima per sbaglio. Se questo contenesse uno spoiler per voi sarebbe la fine. Quindi eliminate l’anteprima delle notifiche almeno fino a che non sarete fuori pericolo.

consigli per schivare gli spoiler

4. L’unico giornalista buono è un giornalista morto

Telegiornali, quotidiani, siti di notizie o di spettacolo. I maggiori professionisti potrebbero essere tanto ingenui da rivelare qualche particolare di troppo e correre il rischio di spoiler. Se leggete le notizie sul web fate come al punto 1, così anche sui quotidiani. Se guardate i TG collaudate i vostri riflessi per potervi tappare le orecchie cantando “lalalalalala” appena qualcuno nomina il film o la serie in discussione. Il vostro “lalala” potrebbe salvarvi.

5. Diffidate di chiunque!

Anche le amicizie non possono reggere il peso di uno spoiler. C’è chi ha cambiato il proprio cognome all’anagrafe a causa di spoiler pronunciati durante un pranzo di famiglia. Diffidate di chiunque. Se uscite con un amico, con il vostro fidanzato o fidanzata, cercate di tenere alta la soglia di attenzione in modo da captare qualunque deviazione di discorso. Non fatevi infinocchiare! Se girate per conto vostro non ascoltate nessuno. Se il solito tizio all’angolo cerca di chiedervi una monetina per un panino fate finta di niente, potrebbe aggiungere particolari di troppo.

6. Fate finta di saperlo…

La gente è stronza e spesso si accanisce proprio perchè sa che potrebbe darvi fastidio quello spoiler bastardo. Allora voi non dite a nessuno che non avete visto il film in questione o l’episodio di cui tutti parlano. Se però il discorso verte su quello dite frasi come “preferisco non parlarne, ci sto ancora riflettendo” o “no guarda, troppe emozioni, parliamone un’altra volta” per liquidare i vostri amici.