Chiedimi se sono felice (2000): l’amore spacca il cuore!

Chiedimi se sono felice è una commedia del 2000 diretta da Aldo, Giovanni e Giacomo e Massimo Venier con Aldo, Giovanni e Giacomo. Occupa il 13esimo posto nella classifica italiana di film con maggiori incassi di sempre al cinema.

La trama di Chiedimi se sono felice

Una comparsa alla Scala, un mimo dei grandi magazzini e un doppiatore che tossisce vogliono mettere in scena il Cyrano de Bergerac per evadere dalla monotonia milanese. L’amore però può giocare brutti scherzi…

Il film

Arrivato al terzo film il trio più famoso d’Italia raggiunge il punto massimo di maturità, proponendoci un prodotto da 97 minuti che rasenta la perfezione. Il Leitmotiv è senza dubbio l’amicizia, l’enzima che catalizza la vita di tutti noi ma che spesso può essere scisso dall’amore, specie se coinvolge due amici.

chiedimi se sono felice

Avete presente la teoria del piano inclinato? No? Ve la spiego. Se mettete una pallina su un piano inclinato la pallina comincia a scendere, e per quanto impercettibile sia l’inclinazione, inizia correre e correre sempre più veloce. Fermarla, è impossibile. Ma per fortuna gli uomini non sono palline: basta un gesto, un’occhiata, una frase qualsiasi a fermare il corso delle cose.

Il ritmo del film è un filo rosso che oscilla tra la commedia e il dramma, tenuto ben saldo da alcune battute divenute cult anche e soprattutto grazie al fenomeno Aldo, Giovanni e Giacomo scoppiato sul web negli ultimi anni. Questa terza creatura ha il vanto di ereditare la vena comica di papà Tre uomini e una gamba e lo spessore filosofico di mamma Così è la vita.

“Certo che è una situazione Kafkiana… “

“Ma, precisamente, questo Kafkian, chi è?”

I rapporti interpersonali tra i personaggi sono molto volubili, dettati dalla criticità della sistemazione “temporanea” di Aldo nel magazzino dei genitori di Giovanni, ma soprattutto dalla presenza di Marina Massironi, in questo film particolarmente affascinante. I tre sono tutti in una situazione sentimentale ambigua e questo non li aiuta a mantenere forte il loro legame di amicizia.

chiedimi se sono felice

Chiedimi se sono felice racconta temi ricorrenti nelle vite quotidiane di chiunque: l’insoddisfazione lavorativa, amori e amicizie, l’evasione nell’arte, la precarietà dei rapporti. Non viene ricordato solo per le gags o per le battute, bensì per il forte messaggio che contiene. Una scalata musicalmente divina (ascoltate assolutamente la colonna sonora curata da Bersani) al culmine del film, la messa in scena dello spettacolo. Il teatro nel teatro pirandelliano in cui la storia di Cyrano combacia con quella di Giacomo, non solo per il pronunciato naso…

Che squillino le trombe signori spettatori

Inizia la commedia, che parlino gli attori.

chiedimi se sono felice

Consigliato a: gli amanti della cultura pop

Il guru dell’amore:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

7,0/10
61%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
9.0
Alessandro

Alessandro

Bolzanino di adozione, cresciuto a pane e Guerre Stellari, lo studio di Psicologia pare essere solo una copertura. Ama il genere biografico. Bambinone come Robin Williams in Jack, convinto come Ben Stiller in Zoolander e caparbio come Emile Hirsch in Into The Wild.