Aliens – Scontro finale (1986): questa volta è guerra

Aliens è un film di fantascienza e horror del 1986 diretto da James Cameron e con protagonista Sigourney Weaver. E’ il sequel del primo Alien, del 1979.

La trama di Aliens

Recuperata nello spazio e risvegliata dal suo sonno criogenico, Ripley scopre che il pianeta LV-426 è stato utilizzato come colonia per famiglie umane, nonostante pulluli di uova di alien. Partirà quindi per il pianeta insieme ad un gruppo di agguerriti Marines, nella speranza che non sia troppo tardi per salvare più vite possibili dai terribili Xenomorfi.

Il film

Sappiamo tutti che girare un sequel può essere una catastrofe totale o un trionfo senza pari, difficilmente ci sono vie di mezzo. Con Aliens, la sfida che si prostrava davanti a Cameron e soci era estremamente difficile, ovvero riuscire in qualche modo a tenere testa (e perché no? provare a superare) l’originale del 1979, che aveva letteralmente scosso il mondo e gettato le basi per un nuovo genere cinematografico: il fanta-horror.

aliens

 

Aliens mantiene ed evolve alcuni elementi dal suo capostipite, ma ne rivoluziona altri, portando quindi la trama su nuove frontiere non esplorate dal capitolo precedente. Vediamo l’abbandono del team di commercianti senza armi ed addestramento, in favore di una squadra di cazzutissimi marines. Abbandoniamo i corridoi spaziali della nave nostromo, in favore di una colonia planetaria (sempre però con la costante degli spazi angusti e della poca luce). Infine, variazione più importante, salta l’elemento di minaccia unica, in favore di un intero reggimento di alieni mortali.

Nonostante queste grandi differenze rispetto al capitolo del 1979, Aliens mantiene comunque l’elemento horror: i personaggi nonostante siano più equipaggiati ed addestrati, sono comunque in balia degli eventi, non avendo mai fronteggiato una simile minaccia. La claustrofobia e l’angoscia di dover arrivare al prossimo “punto di interesse” rimangono, in una pioggia di pallottole e acido che non lasciano scampo a nessuno. In sostanza, la fortissima componente action inserita da Cameron (totalmente assente nella pellicola originale di Ridley Scott) non intacca la tensione e l’atmosfera horror di questa saga, ma riesce anzi ad esaltarne alcuni punti focali, specialmente con l’introduzione della regina e della moltitudine di minacce xenomorfe.

aliens

Sta’ lontano da lei, maledetta!

In conclusione

Aliens è indubbiamente una pietra miliare della fantascienza e del cinema horror. Si tratta di un film adrenalinico ma allo stesso tempo claustrofobico e ansioso che evolve al meglio tutti gli elementi della pellicola originale. Sicuramente siamo di fronte ad un capolavoro per gli amanti del genere fantascienza e horror. Per tutti gli altri, consigliamo comunque una visione almeno una volta nella vita.

Alcune curiosità:

  • nel film erano a disposizione solamente 6 costumi per gli Xenomorfi, infatti conoscendo questo dettaglio si noterà che non sono mai presenti più di 6 creature in contemporanea per inquadratura
  • l’intero cast è stato addestrato per due settimane da una vera squadra di marines, ad eccezione dei personaggi che NON dovevano avere un background con addestramento militare, come ad esempio la stessa Ripley
  • la bimba che interpreta Newt è stata scelta in quanto durante i provini era l’unica che non sorrideva in continuazione: il personaggio doveva infatti comunicare drammaticità e rassegnazione
  • in questo film viene mostrata per la prima volta la regina Alien, chiudendo quindi il cerchio sul ciclo vitale degli Xenomorfi.

Consigliato a: gli amanti della fantascienza horror e a chi non vuole dormire sonni tranquilli

Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

8,4/10
98%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
9.0
Mattia

Mattia

Programmatore di giorno, musicista di notte, affronta il tram tram della vita quotidiana a colpi di cassa e rullante