La settimana in TV: un film per ogni giorno (26.02 – 04.03)

Il tuo lettore DVD non funziona? Non hai voglia di cercare qualcosa in streaming? Internet ti ha abbandonato? Spulciando i vari canali abbiamo trovato un buon film per ogni giorno di questa settimana. Ecco le nostre 7 proposte per te:


Lo chiamavano Trinità (1970)


Lunedì 26 febbraio 2018 – Ore 21.15
Durata: 1h 57min
Genere: Azione/Avventura

film tv

Trama
Il pistolero Trinità arriva in paese e trova il proprio fratello che fa lo sceriffo. Ma costui è un furfante che ha architettato un piano ai danni del ricco Harrison. Trinità si trova a sventare contemporaneamente i piani del falso sceriffo e di Harrison che opprime una comunità di mormoni, e si innamora di una delle ragazze della setta.

Consigliato perché?
Ottimo misto tra western e comico, il film ti fa vivere le molte strade che prendono i protagonisti, tramite i momenti degli addii. Può darsi che i due fratelli si rincontrino il giorno dopo come che non si rincontrino più, ognuno sulla sua strada. Memorabile la colonna sonora.


Harry Potter e il Principe Mezzosangue (2009)


Martedì 27 febbraio 2018 – Ore 21.25
Durata: 2h 33min
Genere: Fantasy

film tv

Trama
Voldemort allunga la sua minacciosa ombra sia sul mondo dei Babbani che su quello dei maghi. Hogwarts non è più un luogo sicuro come prima, ma Harry Potter è concentrato sulla preparazione a cui Silente lo sta sottoponendo per la battaglia finale che il grande mago sa inevitabile.

Consigliato perché?
In queste settimane Mediaset ha deciso di farci ripercorrere interamente la saga del giovane Harry. Questo è un capitolo che merita particolarmente.


Quando l’amore brucia l’anima (2005)


Mercoledì 28 febbraio 2018 – Ore 21.05
Durata: 2h 16min
Genere: Biografico

film tv

Trama
La leggenda del musicista Johnny Cash e della sua musica country. Si parte dalla sua giovinezza in Arkansas, dove incise accanto a Elvis, Jerry Lee Lewis e Carl Perkins, e si arriva fino al suo tormentato amore con June Carter.

Consigliato perché?
Il biografico è un signor genere e Johnny Cash un signorino mica da poco.


Il cigno nero (2010)


Giovedì 1 marzo 2018 – Ore 21.10
Durata: 1h 50min
Genere: Thriller/Drammatico

film tv

Trama

A New York una compagnia di balletto sta allestendo “Il lago dei cigni” e il regista Thomas Leroy decide di sostituire la prima ballerina Beth con Nina. Ne “Il lago dei cigni” sono previsti i ruoli dell’innocente cigno bianco, adatto a Nina, e del sensuale cigno nero, più adatto a Lily. La rivalità tra le due ballerine, porterà Nina ad esplorare il suo lato oscuro.

Consigliato perché?
E’ una interessante prospettiva sul mondo competitivo della danza classica e della danza in generale.


Sindrome cinese (1979)


Venerdì 2 marzo 2018 – Ore 21.10
Durata: 2h 10min
Genere: Drammatico

film tv

Trama

Nella centrale atomica di Ventana, negli Stati Uniti, si verifica un incidente che potrebbe avere conseguenze disastrose per l’umanità. Mentre nelle “alte sfere” si cerca di nascondere l’accaduto all’opinione pubblica per evitare la chiusura della centrale, una giornalista e un operatore televisivo divulgano la notizia.

Consigliato perché?
Opinione pubblica, segreti industriali e limbo della morte. Queste le tematiche forti trattate nel film.


Milk (2008)


Sabato 3 marzo 2018 – Ore 21.10
Durata: 2h 8min
Genere: Biografico

film tv

Trama

La vera storia di Harvey Milk, primo gay dichiarato ad aver raggiunto una carica pubblica negli Stati Uniti.

Consigliato perché?
Sean Penn, Emile Hirsch e James Franco ci raccontano una storia travolgente che nel 2008 ottiene ben due Oscar.


 Mediterraneo (1991)


Domenica 4 marzo 2018 – Ore 21.15
Durata: 1h 36min
Genere: Commedia

la settimana in tv

Trama

Nella primavera 1941, durante la seconda guerra mondiale, otto militari italiani ricevono l’ordine di riprendere e presidiare l’isola greca di Syrna, sul mare Egeo, appartenente all’Italia dal 1920 e recentemente abbandonata dai tedeschi.

Consigliato perché?
Nel 1992 vince l’Oscar come miglior film straniero. Quello di Gabriele Salvatores è un piccolo capolavoro.

 

Alessandro

Alessandro

Bolzanino di adozione, cresciuto a pane e Guerre Stellari, lo studio di Psicologia pare essere solo una copertura. Ama il genere biografico. Bambinone come Robin Williams in Jack, convinto come Ben Stiller in Zoolander e caparbio come Emile Hirsch in Into The Wild.