Maggio 25, 2020

La sposa turca (2004): una storia d’amore tormentata

La sposa turca (2004): una storia d'amore tormentata 1

La sposa turca è un film tedesco del 2004 diretto da Fatih Akin, premiato con l’Orso d’Oro al Festival del cinema di Berlino nello stesso anno.

la sposa turca

In una clinica psichiatrica di Amburgo s’incontrano Cahit e Sibel, entrambi di origine turca ed entrambi reduci dal suicidio. Il primo, sciatto e alcolizzato, è rimasto vedovo e una sera decide di lanciarsi a tutta velocità con la macchina contro un muro. La seconda si è tagliata le vene per sfuggire alla sua famiglia. Stanca del pieno controllo del fratello e del padre, la giovane propone uno strano accordo a Cahit: un matrimonio di facciata, dove ognuno vive la propria libertà, finché non si trovano l’un l’altro.

La sposa turca è un titolo riduttivo.

La traduzione italiana quasi modifica i connotati del film, facendolo sembrare una commedia che non è. In inglese già si avvicina di più alla storia, perché non importa cosa può succedere, ma tu devi andare avanti, Head on. Il titolo originale ha un merito in più: riuscire ad inquadrare l’intero film diviso in parti con un unico titolo: Gegen di Wand, che letteralmente significa “contro il muro”. Può essere in senso letterale quello contro cui va a sbattere Cahit. Può assumere un senso figurato come quello culturale con cui deve convivere Sibel e trasformarsi più tardi in quello sentimentale a cui vanno incontro i due sposi durante la convivenza. E ancora, può trasformarsi in un ostacolo che mette a repentaglio la loro relazione.

la sposa turca/famiglia

Lo stesso regista Akin è figlio di immigrati in Germania, forse è per questo che ne La sposa turca ha scelto di raccontare la storia di due come lui, che trovano poi un equilibrio solo tornando nel loro paese d’origine. Turchia dove non solo si ritorna alla fine del film, ma si ritorna durante tutto il film, con il gruppo musicale che intramezza la storia come fosse un videoclip.

Suicidio e autodistruzione non rendono facile la visione del film, ma sicuramente è un film da vedere per la storia e per la bravura dei due protagonisti: Birol Ünel e Sibel Kekilli, la Shae de Il Trono di spade.

Consigliato a: chi ama le storie d’amore tormentate

Trailer:

Dove recuperarlo:
DVD e Blu-Ray

Cosa dice la critica: 
IMDb: 8,0/10
Rotten Tomatoes: 90%

Totale
8.5/10
8.5/10
  • Trama - 8/10
    8/10
  • Realizzazione - 8.5/10
    8.5/10
  • Impatto - 9/10
    9/10