I 15 migliori film tratti da fumetti

I film tratti da fumetti, così come quelli tratti da romanzi, non sono in realtà un fenomeno recente.

I primissimi film ispirati a personaggi dei fumetti risalgono agli anni ’60: uno dei più illustri esempi fu il nostro Diabolik (1968) diretto da Mario Bava, un vero e proprio esperimento pop-psichedelico, in anni in cui il Batman di Adam West si trovava sulla cresta dell’onda.
I decenni successivi videro numerosi tentativi di adattare al cienma storie e personaggi nati dall’inchiostro

Tra ingenuità e pacchianeria i film di supereroi arrivarono negli anni 2000 a subire una rivoluzione e un incremento produttivo.
Nell’ambito supereroistico i film dei Marvel Studios dettarono scuola, con la messa in cantiere di un progetto organico e definito con una forte serialità, nonostante una qualità ed un’impostazione narrativa che hanno avvicinato sempre più il cinema alla televisione (e viceversa).

Ma in parallelo a questa rivoluzione un’altra era in atto, un vero e proprio revisionismo: sorge la consapevolezza che i fumetti non siano solamente prodotti per bambini e ragazzi, e che molte altre opere meritavano una trasposizione, con toni più maturi e tematiche serie.

La produzione dei cinecomics (con i suoi estimatori e detrattori) è un fenomeno imperante nell’odierna industria che non accenna a diminuire, e solo negli ultimi 20 anni i film di genere hanno superato il centinaio.

Per questo motivo la classifica che vi presentiamo oggi vuole essere un modo rapido per destreggiarsi nell’assurda quantità di prodotti di genere (tra cui moltissimi meritevoli), presentando i 15 migliori e più interessanti film, sia che siano tratti da opere a fumetti, sia che trattino il tema del supereroe:

(P.S. essendo film dai toni e dalle finalità molto diverse tra loro, è risultato piuttosto difficile se non impossibile definire una graduatoria realmente omogenea)

15 – V per Vendetta (2005)

Adattamento dell’omonima graphic novel di Alan Moore, il film è ambientato in un Inghilterra distopica guidata da un regime totalitario (con numerosi richiami a 1984 di Orwell), in cui si muove V, un misterioso individuo mascherato che desidera liberare il popolo inglese e spingerlo a reagire al controllo. Con una notevole Natalie Portman e un carismatico Hugo Weaving sotto la maschera di V, un buon adattamento di una delle opere dell’autore più discusso del fumetto mondiale.

I 15 migliori film tratti da fumetti


Trailer

Dove recuperarlo:

Acquisto/Noleggio: DVD, BD, Google Play Store, Chili, Apple iTunes, Microsoft Store, Playstation Store.

Cosa dice la critica:

IMDb: 8.2
Rotten Tomatoes: 73%

14 – Spider-Man 2 (2004)

Il film della trilogia di Sam Raimi che ha risentito meno lo scorrere del tempo, vede Peter Parker affrontare uno dei suoi nemici storici, il Dr. Otto Octavius, magistralmente interpretato da Alfred Molina.

I 15 migliori film tratti da fumetti

Raimi, ormai a suo agio col personaggio di Spider-Man, si lascia andare a momenti a tinte più orrorifiche (come la scena in sala operatoria)


Trailer

Dove recuperarlo:

In abbonamento: TimVision

Acquisto/Noleggio: DVD, BD, Google Play Store, Chili, Apple iTunes, Microsoft Store, Playstation Store.

Cosa dice la critica:

IMDb: 7.3
Rotten Tomatoes: 94%

13 – X-Men 2 (2003)

Svincolandosi dalla semplice rassegna ai limiti del trash del primo film, X2 diretto da Bryan Singer si ispira a Dio Ama, L’Uomo Uccide, graphic novel di Chris Claremont, affrontando approfonditamente il tema della discriminazione sociale attuata nei confronti dei mutanti e la loro difficile convivenza con l’essere umano, il tutto mentre Wolverine scava nel proprio passato alla ricerca delle sue origini.

Nota di merito: Alan Cumming nei panni di NightCrawler.

I 15 migliori film tratti da fumetti


Trailer

Dove recuperarlo:

Acquisto/Noleggio: DVD, BD, Google Play Store, Chili, Apple iTunes, Microsoft Store, Playstation Store.

Cosa dice la critica:

IMDb: 7.5
Rotten Tomatoes: 86%

Luke

Luke

Solitamente si fa chiamare Luke (ha proprio fantasia da vendere eh). La passione per il cinema lo accompagna dall'adolescenza, da quando curioso su cosa ci fosse oltre lo schermo si è appassionato anche di scrittura