11) Se non ricordo male, Leopardi recensisce Memento

Qui siam di fronte a un nove,
se la memoria non m’inganna,
son sommerso da parecchie prove.

Fin dal principio osserviamo la fine,
la trama è vendetta, il trauma è condanna,
a scovar l’assassino in un campo di mine.

Moglie violata da due sconosciuti,
è l’ultimo ricordo, indelebile,
le foto son cieche, i tatuaggi muti.

Un capolavoro di trama e montaggio,
uomo solitario dalla memoria esile,
dei fratelli Nolan il miglior assaggio.

 
memento

Rosario

Rosario

Emigrato dalla Calabria all'età di due anni, ha lasciato alle spalle la campagna trasferendosi in città. Dovendosi adattare alla nuova lingua, trova nel cinema un mezzo per condividere gusti e opinioni. Predilige fin da giovane il genere horror, trascorrendo interi pomeriggi a terrorizzare il fratello minore. Oggi studia psicologia.