Luglio 10, 2020

Dunkirk: un omaggio alla forma

dunkirk

Il tempo, affrontato in tutte le forme
da una britannica regia ancora attratta.
Mi siedo accanto a una vecchia che dorme
e alla prima esplosione pare una gatta.

S’innesca un equilibrio di musiche e colori
in una triplice corsa alla sopravvivenza.
Sul molo, in mare e in cielo senza allori,
senza eroi. La tensione è assenza.

Assenza di voci nel coro dei vittoriosi,
nel futuro incerto di un passato distorto.
Assenza d’orgoglio tra i civili festosi,
e per i cuori macchiati non v’è conforto.

Non v’è conforto nel cor di trincea
come navigare con a bordo una mina,
come stare sul molo con l’alta marea
o pilotare un aereo senza benzina.


Non solo versi per Dunkirk. Tre di noi ne hanno parlato anche in prosa. Clicca qui per leggere tutte le opinioni in un solo articolo.