Under The Silver Lake (2018): quando il noir è pop

by Andrea Croce
0 commento

Under the silver lake è un film del 2018 diretto da David Robert Mitchell, con protagonisti Andrew Garfield, Riley Keough e Topher Grace.

La trama di Under the Silver Lake

Sam e’ un trentenne che vive nel quartiere di Silver Lake a Los Angeles. Senza lavoro passa le sue giornate tra dischi, videogiochi e fumetti spiando i suoi vicini. Una sera fa amicizia con Sarah, la vicina appena arrivata. All’improvviso Sarah scompare. Sam inizia a cercarla finendo in un’intricata rete di misteri e complotti sullo sfondo della città degli angeli.

under the silver lake

Under the silver lake non si scorda, non ti si leva più dalla testa

Il film

Che film che ci ha regalato Mitchell. Se Under the silver lake fosse rimasto sotto le due ore di durata (dura 139 minuti) probabilmente sarebbe stato uno dei migliori film degli ultimi dieci anni. I modelli di Under the silver lake sono abbastanza espliciti: Mulholland Drive, Vizio di forma, Il Grande Lebowski e comunque tutto il cinema noir classico. La pellicola di Mitchell qui dà una chiave diversa del genere.

Il protagonista, detective improvvisato, è figlio degli anni’80 e ’90. L’avventura, che lui ha vissuto solo filtrata attraverso la televisione ed i fumetti, gli si apre davanti agli occhi. Ben presto la ricerca della ragazza scomparsa passa in secondo piano, non ci interessa più se Sam la ritrova o no, ci interessano i singoli incontri, i personaggi che abitano questa folle città’. Party, concerti, milionari scomparsi e chi più ne ha più ne metta.

Under the silver lake è un piccolo manuale di cultura pop. Ricco di riferimenti (Hollywood, Nintendo, i Nirvana) tuttavia non li subisce, non diventa uno sterile omaggio a questa cultura. Nella scena più bella e significativa del film Sam incontra un musicista che, senza rivelare troppo del film, con un monologo meraviglioso gli spiega perfettamente il significato di popolare.

under the silver lake

Under the silver lake è un piccolo manuale di cultura pop

Presentato al festival di Cannes 2018, Under the silver lake ricevette un’accoglienza tiepida dalla critica. Fallimentare poi al box office, piano piano nel tempo sta guadagnando lo status di cult. Giustamente, poiché sul momento è un film che lascia un po’ sconcertati, ma poi ti si fissa nella mente e ci pensi e ci pensi, capisci alla fine che grande opera sia, con più livelli di lettura.

Probabilmente It follows come prodotto finito gli è superiore. Ma Under the silver lake non si scorda, non ti si leva più dalla testa. A proposito Andrew Garfield è immenso, uno degli attori più sottovalutati della sua generazione.

Under the silver lake non è facilissimo da recuperare ma fatevi un favore guardatelo al più presto.

Trailer:

Dove recuperarlo?

Nella vastità della rete…

Cosa dice la critica:

imdb 6.5/10

rotten tomatoes 59%

 

Under The Silver Lake (2018): quando il noir è pop 2

Titolo italiano: Under the Silver Lake

Trama: Sam e' un trentenne che vive nel quartiere di Silver Lake a Los Angeles. Senza lavoro passa le sue giornate tra dischi, videogiochi e fumetti spiando i suoi vicini. Una sera fa amicizia con Sarah, la vicina appena arrivata. All'improvviso Sarah scompare. Sam inizia a cercarla finendo in un'intricata rete di misteri e complotti sullo sfondo della città degli angeli.

Data di uscita: 2018

Paese: USA

Durata: 139 min.

Regia: David Robert Mitchell

Attori: Andrew Garfield, Riley Keough, Topher Grace, Callie Hernandez

Genere: Noir, Giallo

Totale
8.3/10
8.3/10
  • Trama - 9/10
    9/10
  • Realizzazione - 8/10
    8/10
  • Impatto - 8/10
    8/10

Potresti adorare anche...