La bambola assassina (2019): ehi Goog…Chucky, uccidi!

la bambola assassina 2019

La bambola assassina è un film horror del 2019 diretto da Lars Klevberg e remake del film omonimo del 1988.

La trama di La bambola assassina

La bambola Buddi è un amico ipertecnologico in grado di connettersi a tv, termostati ed un sacco di altri aggeggi. Quando Andy la riceve in regalo e comincia a giocarci si accorge però che la sua ha qualcosa di strano.

Il film

Erano gli anni ’80 e l’originale La bambola assassina, che ha dato vita a 6 sequel, come altri film dell’epoca, prendeva ad oggetto la società consumistica americana parodizzandola in salsa horror. Sono passati oltre 30 anni e questo remake ne segue un po’ le orme, puntando il dito contro le nuove tecnologie: quell’Internet of Things i cui principali esponenti sono Google Home e Amazon Alexa.

In questa rilettura de La bambola assassina Chucky non è più quindi l’anima di un serial killer a prendere possesso di una bambola, ma è un chip manomesso a dare “ampie libertà” di azione al bambolotto giocattolo.

la bambola assassina 2019

Anche se la critica rimane superficiale, l’idea funziona e nello sviluppo è ben più efficace delle ultime due stagioni di Black Mirror (ahinoi!).

“Questo è per Tupac!”

I puristi e i fan dell’originale forse storceranno un po’ il naso all’inizio, ma con un po’ di apertura mentale non saranno delusi alla fine del film. La bambola assassina del 2019 è proprio quello che ci si poteva aspettare: un horror slasher di intrattenimento in cui si sorride per battute o situazioni nonostante i picchi di violenza splatter.

Certo questo nuovo Chucky manca di vera personalità (d’altra parte abbiamo alle spalle 7 film con il mitico Brad Dourif a prestare il suo carisma alla bambola assassina), ma a lungo andare riesce a convincere abbastanza. Forse è un peccato vederlo doppiato e non godere della voce originale di Chucky prestata niente meno che da Mark “Luke Skywalker” Hamill. Se ci tenete però aspettate la fine dei titoli di coda, per sentire la “Buddi Song” cantata proprio dalla voce di Hamill.

la bambola assassina 2019

Omaggi e citazioni non mancano e i più accorti potranno addirittura notarne uno dedicato alla saga horror di Leprechaun nella seconda parte del film.

Insomma La bambola assassina fa il suo sporco dovere e seppur questo remake non resterà negli annali del cinema mondiale è sicuramente un’operazione meglio riuscita di molti altri remake di horror classici (come il dimenticabile Poltergeist del 2015). E per una volta pure i giovani protagonisti sono simpatici!

(tra l’altro ora vanno di moda le bambole, ma ci sono stati cattivi ben più assurdi nei film horror. Qui trovate i 15 cattivi più assurdi di sempre)

Consigliato a: chi vuole un bel horror di intrattenimento in stile anni ’80.

Trailer:

Se vi è piaciuto guardate anche…

La bambola assassina (l’originale del 1988)

Cosa dice la critica:

La bambola assassina (2019): ehi Goog...Chucky, uccidi! 1 6,7/10
La bambola assassina (2019): ehi Goog...Chucky, uccidi! 2 61%

Totale
6.9/10
6.9/10
  • Trama - 7/10
    7/10
  • Realizzazione - 6.7/10
    6.7/10
  • Impatto - 6.9/10
    6.9/10