Il corriere – The mule (2018): lunga vita a Clint Eastwood

Il corriere – The mule è un film del 2018 diretto da Clint Eastwood, interpretato dal regista stesso, Bradley Cooper, Dianne Wiest ed Andy Garcia.

La trama de Il corriere – The Mule

Earl Stone è un veterano della guerra di Corea che si occupa di floricultura. Una volta attività fiorente, ormai la crisi economica ha coinvolto anche il questo lavoro. Ormai alla soglia dei novant’anni Earl decide di fare il corriere per il cartello messicano, portando la droga da una parte all’altra del paese.

Un film come The Mule dieci anni fa sarebbe stato ricoperto di premi

Il corriere The mule

Il film

“Lo sa che lei assomiglia a Jimmy Stewart ?” è uno dei mantra del film. E’ una frase che spesso i personaggi ripetono ad Earl. James Stewart è stato uno dei più grandi attori della storia, interprete sempre di uomini buoni e giusti. Ed è questo quello che è Earl: un buono. Sempre disposto ad aiutare tutti, gentile e con una parola di affetto per chiunque. Tranne che per la sua famiglia che Earl ha sempre trascurato. In tarda età decide di farsi perdonare tutte le mancanze.

Ma Earl è anche un uomo che non capisce più il paese in cui vive. La tecnologia sembra aver divorato tutto, così che l’essere umano anche di fronte al più piccolo dei problemi (come cambiare una ruota) si arena. E’ un paese crocevia di razze dove allo stesso tempo si può stare tra i propri simili e lavorare fianco a fianco (la scena in cui aiuta le biker lesbiche a sistemare le motociclette).

Il vecchio Clint è un narratore, un tipo di regista sempre più purtroppo in via di estinzione

Eastwood, a differenza del resto del cinema USA contemporaneo non è ne bigotto ne moralista. E’ ben conscio delle diversità interne al suo paese, non le sfrutta per fare propaganda o un pamphlet, racconta una storia.

Il vecchio Clint è un narratore, un tipo di regista sempre più purtroppo in via di estinzione. Ci racconta una storia poi siamo noi spettatori a dover giudicare da che parte stare, non è lui che ci impone il suo punto di vista.

Il corriere The mule

Un film come The Mule dieci anni fa sarebbe stato ricoperto di premi. Oggi purtroppo pur essendo meglio del 90 % dei film in circolazione è stato trattato come un buon prodotto e null’altro, la cui unica colpa è stata quella di non schierarsi né con un genere né con una razza ma di raccontare una storia.

Lunga vita a Clint Eastwood e a tutti quei cantastorie che non vogliono innalzarsi a moralizzatori. E se non ne avete abbastanza qui trovate la nostra top 10 dei film con Clint Eastwood.

Trailer: 

Cosa dice la critica:

imdb7.2/10

rotten tomatoes 70%

 

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.0
Andrea Croce

Andrea Croce

Dopo aver visto da bambino al cinema L’ultimo dei Mohicani non ho più smesso di vedere film. Ho cambiato molti lavori, vissuto all’estero ma la dipendenza da grande schermo non mi è mai passata.