La top 10 dei film con Clint Eastwood

Prima attore dagli “occhi di ghiaccio” e poi regista dal “potere assoluto”, il nostro “uomo nel mirino” ne sta facendo di carriera, e non intende fermarsi. Stiamo parlando di un uomo del “calibro” di Clint Eastwood, non certo uno “straniero senza nome”, e vista la mole di lavoro che lo circonda,. è impossibile non inciampare in qualche titolo mentre lo descriviamo.. “fino a prova contraria”..

Dei suoi ottantasette anni, il nostro “cavaliere pallido” ne ha passati molti di fronte alla telecamera, tra polverosi deserti e minacciose metropoli,. passando per le nevi naziste ed i romantici ponti dell’Iowa. Due Premi Oscar alla regia (Gli Spietati, Million Dollar Baby), due come Miglior Film (sempre con Gli Spietati, Million Dollar Baby) e diversi altri riconoscimenti (David di Donatello, Premio César, ecc..).

Clint Eastwood ci ha abituato ad ogni genere di film, e noi non ci stancheremo mai di venerarlo,. tuttavia oggi proveremo a fare una terribile cernita delle pellicole che lo vedono protagonista come attore, sperando (ma sarà dura) di non sbagliare..

La top 10 dei film con Clint Eastwood

10 – Lo Straniero Senza Nome (1973)

Tra tutti i western interpretati da Clint Eastwood scegliamo questo per diverse ragioni: la prima è che è anomalo.. Si tratta della prima volta che l’attore californiano si cimenta non solo a vestirne i panni ma anche a dirigersi in un film western. Non è solo un western affascinante e duro, ma ha qualcosa di molto eastwoodiano, è introverso, freddo come il protagonista, del quale non si saprà mai il nome..

Clint Eastwood

9 – Una calibro 20 per lo specialista (1974)

Un film “diverso”, che ricorda un po’ quel 007 con George Lazenby, ossia qualcosa che non ti aspetti pensando di vedere.un film con Eastwood che parla di rapine e della ricerca del ricco bottino. Ne viene fuori una pellicola dinamica e spassosa, assolutamente da vedere.

Clint Eastwood

8 – Nel centro del mirino (1993)

Eastwood e Malkovich uno contro l’altro in un film che narra le vicende della guardia del corpo del presidente degli Stati Uniti, che non fu capace di diffendere Kennedy e che ora deve vedersela con un killer freddo e spietato. Film che – nonostante la trama banalotta – tiene molto bene, con colpi di scena degni di nota.

Clint Eastwood

7 – Million Dollar Baby (2004)

Eastwood si dedica al mondo della boxe, in quegli anni cinematograficamente quasi abusato, ma crea, sia da regista che da attore, un capolavoro senza precedenti. Accanto a Clint ci sono un’ottima Hilary Swank ed un grandissimo Morgan Freeman. Finirà con 4 statuette Oscar (miglior film, miglior regia, miglior attrice protagonista e miglior attore non protagonista). Knockout.

Clint Eastwood

6 – I Ponti di Madison County (1995)

Clint Eastwood come non lo avete mai visto: non sputa, non offende e non spara. Ama. Neppure lui può resistere alla meravigliosa e bravissima Meryl Streep in un film che parla di fotografia, vita vera e amore, sullo sfondo del torrido clima dell’Iowa.

Clint Eastwood

5 – Gli Spietati (1992)

Colpo grosso del regista ed attore Clint Eastwood che non solo riesce a radunare un cast stellare.(Gene Hackman, Morgan Freeman, Richard Harris) ma anche ben collaudato e sa aggiungerci una trama strepitosa che parla di vendetta, western e denaro. Altra man bassa di statuette (Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Montaggio e Miglior Attore non Protagonista).

Clint Eastwood

4 – Dove osano le aquile (1968)

Pellicola quasi sconosciuta con Eastwood e Burton in forma olimpica. La trama vede i due in una missione di soccorso ad una spia americana intrappolata in un castello/fortezza nel pieno del regime nazista. Un film ricco di tensione e colpi di scena, molto curato e dall’ambientazione strepitosa. Un capolavoro del genere militare. Vedi la nostra recensione al film!

Clint Eastwood

3 – Gran Torino (2008)

La storia Walt Kowalski, reduce dalla guerra di Corea, anziano e stanco, assolutamente perso di fronte alla modernità che li consegna pure una famiglia coreana come vicina di casa. Con il tempo però si accorge che tutto ciò che ha costituito,. casa e famiglia, è insipida rispetto al rapporto che inizia a nascere con Theo, nella stessa situazione di Walt ma all’inverso. Due anime perse che si incontrano e sviluppano un vero rapporto umano.

Clint Eastwood

2 – Fuga da Alcatraz (1979)

Capolavoro e pietra miliare dei film di “fuga”, girato proprio nella prigione di Alcatraz e basato sul libro di J. Campbell Bruce. Narra la vera evasione di tre detenuti, Frank Morris (Clint) e i fratelli John e Clarence Anglin, avvenuta la magica notte dell’11 giugno 1962. Da veri duri tutti e tre gli attori rifiutarono qualunque tipo di controfigura. Il massimo.

Clint Eastwood

 

1 – La Trilogia del dollaro (1964-65-66)

Dai granelli di sabbia alla cenere dei sigari, dagli sputi ai colpi di pistola, dalle musiche alle occhiate, qui tutto è un capolavoro. Lo Spaghetti Western, come è stato rinnominato (e mica ci offendiamo) vede uno dei primi antieroi divenire icona dei western, scalzando quella pippa di John Wayne, cavalcando lungo le frontiere violente e minacciose sul suo mulo. La trilogia del dollaro del maestro Sergio Leone, con “Per un pugno di dollari” (1964), “Per qualche dollaro in più” (1965) ed “Il buono, il brutto e il cattivo” (1966), assieme alll’atra trilogia, il trio Clint Eastwood, Lee Van Cleef ed Eddy Wallach. Tre il numero perfetto, impossibile scegliere il migliore.

Clint Eastwood

Max

Max

Vivere in un epoca dove i mestieri migliori (archeologo alla Schliemann, filosofo di corte e famoso pirata), non ci sono più, in favore di ben pagate noie, non ci resta altro che sognare. Socrate ed Erodoto ci insegnano che un ottimo metodo sta nel viaggiare, ridere e nutrire l'anima. Il cinema in parte risponde a tutte e tre le necessità in un mix travolgente che sa unire storie, sensazioni, colori ed illusioni in maniera assolutamente dirompente. Penso alla spacconeria negli occhi di Clint, al nichilismo di Allen, alle provocazioni di von Trier ed all'incanto dell'anima di Troisi.