Nomadland (2020): una trappola infernale

by Andrea Croce
0 commento

Nomadland è un film del 2020 diretto da Chloè Zhao, con protagonisti Frances McDormand David Strathairn. Il film candidato a 6 premi Oscar ne ha vinti 3: miglior film, miglior regia e miglior attrice protagonista. Era già stato vincitore del Festival del cinema di Venezia del 2020.

La trama di Nomadland

Fern è una donna di mezza età che ha perso il lavoro dopo l’ultima grande crisi economica. Adesso viaggia attraverso l’ovest degli Stati Uniti nel suo camper. Passa di lavoro in lavoro, incontrando varia umanità che come lei ha scelto la vita nomade.

Il film

Nomadland è una trappola infernale congegnata alla perfezione dalla McDormand e dalla Zhao. Purtroppo gran parte della critica e del pubblico hanno abboccato all’esca tributando molti più meriti e premi di quanto valesse realmente un film del genere. Grazie alla protezione della McDormand la Zhao è riuscita a scrivere, dirigere e montare Nomadland. Purtroppo non è stata in grado di gestire tutte queste responsabilità

Invece di fare un affresco sulla società americana Nomadland è un semplice quadretto sulle azioni quotidiane di una donna

Nomadland (2020): una trappola infernale 4

La regista cinese non è assolutamente in grado di narrare una storia di gente sconfitta dalla vita, gente che sembra ancora più piccola di fronte alla vastità degli spazi in cui si muove. Purtroppo in Nomadland i paesaggi non vengono mai messi al primo posto. Davanti alla telecamera abbiamo sempre la McDormand, le giriamo intorno la seguiamo ne i suoi gesti quotidiani, eppure non percepiamo quasi nulla di quello che prova questo personaggio ci limitiamo a vedere le sue azioni.

La natura che dovrebbe essere la vera protagonista di un film del genere rimane sempre sullo sfondo come una bella cartolina, ed anche della società americana non capiamo le vere storture, perché anche quella è in secondo piano.

Nomadland (2020): una trappola infernale 5

La regista cinese non è assolutamente in grado di narrare una storia di gente sconfitta dalla vita

Sembra quasi che la Zhao per ringraziare la sua mecenate le costruisca un tempio intorno. Ma cosi facendo un affresco sulla società americana di oggi diventa un semplice quadretto sulle azioni quotidiane di una donna.

Spesso un buon montaggio può coprire alcuni difetti di un film. Qui un altro problema è che la regista decide di montarsi il film da sola, azzoppando ancora di più una pellicola priva di ritmo e pathos.

Stucchevole infine la colonna sonora di Ludovico Einaudi che fa da sottofondo al film.

Cosi come anni fa La forma dell’acqua di Del Toro aveva fatto la doppietta Venezia-Oscar cosi quest’anno vengono dati riconoscimenti ingiusti ad un film furbetto e senza nessuna originalità

Se volete vedere film che trattino bene ed in maniera efficace della marginalità delle persone all’interno della società americana, recuperate pellicole come American Honey The Florida project dove veramente c’è un’attenzione ai personaggi.

Trailer

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica

rotten tomatoes

94%

imdb

7,5

Nomadland (2020): una trappola infernale 6

Titolo italiano: Nomadland

Trama: Fern è una donna di mezza età che ha perso il lavoro dopo l'ultima grande crisi economica. Adesso viaggia attraverso l'ovest degli Stati Uniti nel suo camper. Passa di lavoro in lavoro, incontrando varia umanità che come lei ha scelto la vita nomade.

Data di uscita: November 30, 2021

Paese: USA

Durata: 107 min.

Regia: Chloé Zhao

Attori: Frances McDormand, David Strathairn

Genere: Drammatico

Totale
4/10
4/10
  • Trama - 5/10
    5/10
  • Realizzazione - 4/10
    4/10
  • Impatto - 3/10
    3/10

Potresti adorare anche...