The Woman in Black (2012): quando essere un mago non basta

by Lorenzo M
0 commento

The Woman in Black è un film horror sovrannaturale del 2012 interpretato da Daniel Radcliffe e Ciaràn Hinds per la regia di James Watkins.

La pellicola di genere horror gotico è il primo di due film che narrano la storia della Signora in Nero

La trama di The Woman in Black

In un villaggio della campagna londinese dei primi del ‘900, tre bambine stanno tranquillamente giocando nella loro cameretta, ma quando hanno una misteriosa apparizione di una donna dal velo nero, come ipnotizzate si gettano dalla finestra e muoiono.

Anni dopo a Londra un giovane avvocato vedovo perseguitato dai demoni del lutto della moglie, si ritrova a dover indagare sul testamento della vedova Barlow: l’anziana proprietaria di una villa nella palude circondata da un alone di mistero.

Presenze oscure prendono il sopravvento quando lui è costretto a passare la notte nella villa.

Il film

The woman in Black vede il ritorno del piccolo maghetto Harry Potter in un contesto che non è propriamente il suo. Dopo aver sconfitto il Signore Oscuro, ritrovarsi nuovamente a dover affrontare forze maligne ci fa pensare che il povero Radcliffe sarà per sempre perseguitato dal buon nome del prescelto.

Non voglio cadere nei parallelismi tra la saga di Potter e questo The Woman in Black, ma le coincidenze sono innegabili: forze maligne che perseguitano un giovane che ha perso i propri cari tragicamente e che lotta con i suoi demoni interiori dando prova di se stesso? Un classico per Radcliffe insomma.

The Woman in Black (2012): quando essere un mago non basta 5

Tuttavia le ambientazioni goticheggianti e cupe, unite a una trama non all’altezza di Inception ma tutto sommato non banale, fa funzionare questo film. il montaggio e i tempi narrativi sono ben strutturati anche se talvolta sforano leggermente i tempi necessari ai fini della suspence.

The Woman in Black (2012): quando essere un mago non basta 6

Purtroppo non tutte le ciambelle escono col buco e con una sostanziosa presenza di jump scares e la narrazione che talvolta non è del tutto efficace , fa scadere la pellicola a un film di serie B.

 

In generale la pellicola funziona ma senza troppe pretese. 

Richiama il filone del gothic-thriller stile Winchester o Drag me to Hell, non pretendendo mai di superare gli alti standard del genere horror demoniaco (di cui L’evocazione e Sinister sono grandi esponenti).

Ps. Nel 2014 è uscito il sequel: The Woman in Black: L’angelo della Morte…prossimamente la nostra recensione! Stay Tuned!

 

In conclusione se volete passare un’ora e mezza di piacevole intrattenimento senza gridare al capolavoro, potrete godervi un buon film horror con sfumature di thriller giallo

 

Consigliato a...

Gli amanti degli horror gotici da intrattenimento

Trailer

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica

rotten tomatoes

67%

imdb

6,4

The Woman in Black (2012): quando essere un mago non basta 8

Titolo italiano: The Woman In Black

Trama: In un villaggio della campagna londinese dei primi del ‘900, tre bambine stanno tranquillamente giocando nella loro cameretta, ma quando hanno una misteriosa apparizione di una donna dal velo nero, come ipnotizzate si gettano dalla finestra e muoiono. Anni dopo a Londra un giovane avvocato vedovo perseguitato dai demoni del lutto della moglie, si ritrova a dover indagare sul testamento della vedova Barlow: l’anziana proprietaria di una villa nella palude circondata da un alone di mistero. Presenze oscure prendono il sopravvento quando lui è costretto a passare la notte nella villa.

Data di uscita: October 30, 2020

Paese: UK

Durata: 95 min.

Regia: James Watkins

Attori: Daniel Radcliffe, Ciaran Hinds

Genere: Horror, Thriller

Totale
6.7/10
6.7/10
  • Trama - 7/10
    7/10
  • Realizzazione - 6.5/10
    6.5/10
  • Impatto - 6.5/10
    6.5/10

Potresti adorare anche...