Robin Hood – Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge

by Max
0 commento

Robin Hood – Principe dei ladri è un film del 1991 diretto da Kevin Reynolds con Kevin Costner, Morgan Freeman, Alan Rickman, Mary Elizabeth Mastrantonio e Christian Slater.

La trama di Robin Hood il principe dei ladri

Robin di Locksley torna dalle Crociate e si ritrova in disgrazia. Tutti i suoi averi sono stati usurpati dal famigerato sceriffo di Nottingham, in combutta con Re Giovanni senza Terra che ha rubato la corona a nientepopodimeno che Riccardo Cuor di Leone.. suo fratello.
Robin non si da per vinto e organizza un gruppo di ribelli nei boschi di Sherwood, pronti ad aiutarlo a cacciare il tiranno e riprendersi ciò che gli appartiene.

Il film

Robin Hood principe dei ladri è il più famoso e seguito film sull’eroe inglese dalla mira infallibile e dal simpatico cappello. Tant’è che dopo quel fatidico 1991 vennero realizzate diverse repliche, anche comiche, serie tv e cartoon.

In più i quattrocento milioni di dollari incassati, rappresentarono qualcosa di molto importante, un risultato ottenuto grazie al secondo film della coppia Kevin Reynolds (alla regia) e Kevin Costner (protagonista), senza dimenticare l’ottimo Morgan Freeman (Azeem), Alan Rickman (lo sceriffo di Nottingham) in una delle sue migliori interpretazioni, Mary Elizabeth Mastrantonio nei panni di Lady Marian Dubois e Christian Slater (Will Scarlet). E poi quella colonna sonora entrata nella storia (Everything I Do I Do It for You di Bryan Adams) e i due minuti di comparsata di Sean Connery nel ruolo di Riccardo Cuor di Leone. Sempre leggendario.

Robin Hood - Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge 7

La trama

Tutto comincia con le continue scaramucce in Terrasanta, siamo alla terza di nove crociate e il giovane Robin di Locksley, durante una fuga, salva Azeem, affascinante saraceno che rimarrà al suo fianco per ricambiare, un giorno, il favore (e nel frattempo non perde occasione per sfottere..).

Nel frattempo in Inghilterra, Giovanni senza Terra (che nel film non vediamo, ma un po’ di contestualizzazione ci vuole) compie uno dei più classici colpi di stato. Approfittando dell’assenza del fratello Riccardo Cuor di Leone gli scippa la corona. Chiaro uno lo chiami “senza terra” e l’altro “cuor di leone”, vuoi che non ci sia un po’ d’attrito?

Robin Hood - Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge 8

Rientrato in Inghilterra l’ancora per poco Lord Locksley, scopre non solo che il padre è stato ucciso per non essersi unito alla congiura, ma anche che lo sceriffo di Nottingham ne ha sequestrato gli averi.

Da qui la storia si fa affascinante, Robin si fa Hood e mette su una combriccola di scappati di casa che entrerà nella leggenda. Sugli scudi onoriamo il Little John, Fra Tuck, Azeem e il povero maggiordomo Duncan (mettiamoci anche quel simpaticone di Will Scarlet, va la).

A dimostrazione che le cose non cambiano mai, la popolazione resiste alla prepotenza dello sceriffo finché questi non decide di aumentare le tasse. A quel punto si scatena l’inferno e molti si uniscono a Robin Hood, che con il suo nuovo piccolo esercito colpisce la corona con la tattica della guerriglia, rubando tutto ciò che trova e restituendolo alla gente più povera (in pratica tutti).

 

“Un uomo libero che difende la sua casa è senza alcun dubbio più forte di dieci soldati mercenari”

 

Il film, della durata di oltre due ore e mezza, è godibilissimo, attaccabile dai critici dalla bocca buona (ma quelli da piccoli tifavano sempre per lo sceriffo e perdevano sempre) per alcune scene un po’ così. C’è avventura e romanticismo, azione ed epica, musiche azzeccate, grande affinità tra i personaggi, colpi di scena, battute e un pizzico di magia. Una ricetta che pochi film sono riusciti a gestire, e il Robin Hood principe dei ladri di Reynolds è nell’immaginario collettivo anche per questo. Oltre che per le frecce infuocate, quelle sono imbattibili.

Robin Hood - Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge 9

Comunque sia il perfido sceriffo di Nottingham non ci sta e decide di puntare ancora più in alto, non solo vuole soffocare i rivoltosi nel sangue, ma rapire e sposare la ricciolona Lady Marrion (cugina di Re Riccardo) per potersi addirittura sedere sul trono, ah e decide pure di annullare il Natale. Chi vincerà?

Godetevi il film, noi vi diciamo solo che Kevin Costner fu enormemente criticato dai critici inglesi in quanto il suo accento (che aveva promesso modificare) era ancora troppo Yankee, tant’è che l’attore vinse un Razzie Award al peggior attore protagonista.

Consigliato a: agli amanti dell’avventura. Se ti piace Kevin Costner non perderti la nostra recensione diBalla coi lupi“.

Trailer:

Se vi è piaciuto guardate anche…

Indubbiamente il Robin Hood Disney del 1973 diretto da Wolfgang Reitherman

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

Robin Hood - Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge 10 6,9/10
Robin Hood - Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge 11 Tomatometer 52% – Audience 72%

Robin Hood - Principe dei ladri (1991): siamo tutti fuorilegge 12

Titolo italiano: Robin Hood - Principe dei ladri

Trama: Robin di Locksley torna dalle Crociate e si ritrova in disgrazia. Tutti i suoi averi sono stati usurpati dal famigerato sceriffo di Nottingham, in combutta con Re Giovanni senza Terra che ha rubato la corona a nientepopodimeno che Riccardo Cuor di Leone, suo fratello. Robin non si da per vinto e organizza un gruppo di ribelli nei boschi di Sherwood, pronti ad aiutarlo a cacciare il tiranno e riprendersi ciò che gli appartiene.

Data di uscita: October 29, 1991

Paese: USA

Durata: 155 min.

Regia: Kevin Reynolds

Attori: Kevin Costner, Morgan Freeman, Alan Rickman, Mary Elizabeth, Christian Slater

Genere: Avventura, Storico, Epico

Totale
7.7/10
7.7/10
  • Trama - 6.5/10
    6.5/10
  • Realizzazione - 7.5/10
    7.5/10
  • Impatto - 9/10
    9/10

Potresti adorare anche...