Maggio 25, 2020

The Wicker Man (1973): a volte è meglio restare a casa

the wicker man

The Wicker Man è un film inglese del 1973 diretto da Robin Hardy ed interpretato da Edward Woodward e Christopher Lee. Ha avuto un pessimo remake nel 2006 intitolato Il prescelto, con protagonista Nicolas Cage, ed un semi-sequel nel 2011 intitolato The Wicker Tree e diretto sempre da Robin Hardy.

La trama di The Wicker Man

Un sergente di polizia arriva sull’isola di Summerisle per cercare una ragazzina scomparsa. Scoprirà le strane usanze pagane degli abitanti.

Il film

Cos’è un horror? Domanda abbastanza difficile a cui rispondere, anche perchè quello dei film dell’orrore è un genere che spesso si mischia a molti altri. Lo stesso “orrore” è un concetto che cambia da persona a persona. Così c’è chi si spaventa con un po’ di sangue e squartamenti e chi invece ha bisogno di essere stimolato a livello più psicologico.

Fatto è che tanti amanti del genere faticano sempre di più a trovare qualcosa di davvero spaventoso e spesso ammirano maggiormente film che puntano più sull’inquietudine che sullo splatter puro. Negli ultimi anni il genere è stato rilanciato da tantissimi film indie che hanno portato al centro della trama le ambiguità psicologiche dei protagonisti anche in rapporto con la fede, la religione, la morte.

Si veda in questo senso i successi di film come The Witch, Midsommar, Hereditary. Se la “psiche” sembra essere il tema horror di questo decennio (si veda anche i due titoloni di Jordan Peele come Scappa – Get Out e Noi), quello della religione è un tema onnipresente nel cinema horror, ma che ha avuto la sua esplosione negli anni 70.

Vi dice nulla L’esorcista?

Ebbene torniamo agli anni ’70 e più precisamente nel Regno Unito, patria di un film semisconosciuto come The Wicker Man (o L’uomo di vimini). Si tratta di un cult assoluto del genere, addirittura inserito al sesto posto tra i film britannici più importanti di sempre, al quarantacinquesimo tra i 100 film più spaventosi di sempre e di cui alcune scene furono utilizzate anche per un video celebrativo del cinema inglese durante le Olimpiadi del 2012.

the wicker man

Va detto, visto oggi The Wicker Man non risulta in alcun modo spaventoso ed in realtà probabilmente non vuole esserlo neppure. Il film, davvero molto simile al recente Midsommar (qui il nostro articolo), fa parte di quei titoli il cui scopo principale sembra essere quello di turbare lo spettatore con un costante senso di inquietudine e ambiguità.

Fulcro della trama di questo british horror, ma per i ritmi e la struttura è quasi più assimilabile ad un giallo, è quello dello spaesamento del protagonista. Il sergente Neil Howie (interpretato da Edward Woodward), cristianissimo, durante le sue personali indagini, si confronta con una popolazione che rifiuta totalmente la religione cristiana e persegue invece gli antichi culti pagani relativi alla fertilità e al raccolto.

the wicker man

Nonostante sia un film di quasi 50 anni fa e possa risultare indubbiamente difficile da reggere a livello di ritmo, per chi non ama un certo tipo di cinema, per qualche motivo The Wicker Man è in grado di conquistare e trascinare fino all’eccezionale finale. Forse tra i finali più shockanti di sempre.

E non sono le tette e i nudi (ce n’è un po’) – che si sa, in quegli anni andavano tanto nel genere horror – a far parte di questo motivazioni. Ciò che è attira e coinvolge è questo viaggio del protagonista in un universo che gli è completamente estraneo, lo imbarazza, lo inquieta. Questi sentimenti sono costanti e amplificati da musiche e atteggiamenti estremizzati, che creano nervosismo sia nel protagonista che nello spettatore. Quest’ultimo è curioso di capire quanto in là si spingerà il film, quale mistero si cela a tutto questo. Come si risolverà l’intera trama…

Si aggiunga poi il contrasto con il personaggio di Lord Summerisle (interpretato da un Christopher Lee a tratti quasi comico).

Ridicolo il confronto con il remake americano interpretato da Nicolas Cage, Il prescelto. Praticamente una cacchetta di gallina.

Comunque l’insegnamento è sempre quello: a volte è meglio restare a casa!

The Wicker Man in streaming o in copia fisica

Ultima precisazione. Il film non esiste doppiato in italiano (diffidate da alcune copie su Amazon), ma potete vedere The Wicker Man in streaming su YouTube / Google a noleggio o in vendita in versione sottotitolata in italiano. Comunque l’ascolto dell’accento scozzese rimane piacevole. La versione di YouTube è quella cinematografica da circa 88 minuti, ma esiste una Final Cut che si può trovare in Blu-Ray sia dal Regno Unito che dalla Germania. Purtroppo non hanno i sottotitoli in italiano, ma va da se…

Consigliato a: gli amanti degli indie horror

Trailer:

Se vi è piaciuto guardate anche…

Midsommar, The Witch, Hot Fuzz

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

The Wicker Man (1973): a volte è meglio restare a casa 1 7,5/10
The Wicker Man (1973): a volte è meglio restare a casa 2 89%

Totale
8.2/10
8.2/10
  • Trama - 8/10
    8/10
  • Realizzazione - 8.2/10
    8.2/10
  • Impatto - 8.3/10
    8.3/10