Maggio 25, 2020

Freud – Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 1

Freud è una serie televisiva pubblicata su Netflix, ideata da Marvin Kren, di produzione austriaco-tedesco-ceca e con Robert Finster nel ruolo del famoso psicoanalista austriaco.

Piccola premessa

Sigismundo Schlomo Freud, noto al grande pubblico come Sigmund Freud e a Netflix come Sigi, è un tenebroso musone neurologo barbanera, amante dell’isteria. Fin qui siamo tutti d’accordo, ciò che invece metterà tutti in disaccordo e farà saltare sulla sedia chi ha letto qualcosa del famoso psicologo/medico/filosofo/scrittore/fondatore della psicanalisi è ciò che contiene la serie a lui dedicata.
Prodotta da una casa di produzione austriaca (avete mai sentito parlare di serie o film austriaci? No? appunto), tratta di una parte della vita di Freud poco conosciuta e di conseguenza facilmente romanzabile.

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 2“Servus”

Quello che sappiamo è che Freud intorno ai venticinque anni si laurea (un pelino in ritardo è professorone..) in neurologia e comincia a lavorare all’ospedale generale di Vienna dove, a farla breve, si avvicina a casi limite, soprattutto in quanto squattrinato e alla ricerca di quella indipendenza economica e notorietà che gli avrebbe consentito di sposare l’amata Martha Bernays (parente di un dottorone dell’epoca che ispirò notevolmente Freud).
Lo ripeschiamo dalla storia diversi anni dopo, alla pubblicazione dei suoi primi lavori, che lo resero famoso e finalmente degno di sedersi su una cattedra universitaria. Da li Sigi spicca il volo ed arriva fino a noi.

La trama di Freud

La serie ORF pubblicata da Netflix prende come spunto i presunti primi passi di Sigi nel mondo “reale”, giovane uomo, scapestrato, neolaureato, senza un soldo, dedito all’uso di strane sostanze e circondato da persone che non solo non lo sostengono, ma ne criticano le scelte accademiche. Vi ricorda qualcuno, voi? Eh mi dispiace è così.
Diciamolo subito e senza mezzi termini: Freud non è una serie sulla nascita della psicanalisi, altrimenti si sarebbe chiamata “Psicanalisi”; non è neppure una serie sulla vita di Freud, altrimenti si sarebbe chiamata “Vita di Freud” o “Sigmund” per fare gli gnorri, è una serie thriller un po’ giallo un po’ nero con protagonista un giovane medico di nome (guarda te) Freud, che ha come interessi la psicologia (non quella spiccia tipo cosa fare della tua vita), la filosofia, e soprattutto l’ipnosi, pratica molto cool all’epoca.

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 3

Guardami, guardami.. ah no quello era Giucas Casella

L’ambientazione è molto dark, siamo nella Vienna di fine ‘800, piena rivoluzione industriale, belle epoque in avvenire, scienza e positivismo al potere, l’impero ormai in decadenza e soprattutto l’enorme sviluppo di ogni credenza nell’esoterismo e nel paranormale.
In questo scenario il giovane Freud lavora in ospedale, segue diverse pazienti, inizia a sviluppare il suo pensiero (ma ancora nulla a che vedere con Io, Es, Super Io ecc.. naturalmente) ma è in una ingrata situazione: è ebreo, quindi da una soggetto all’antisemitismo dilagante e dall’altra preso per i fondelli dai parenti, propensi alla carriera finanziaria. In più è praticamente povero, non ha agganci accademici e segue teorie diciamo, incerte. A tutto ciò aggiungiamo che ha scoperto la cocaina, ne fa un massiccio uso e segue compagnie poco raccomandabili, anche se piuttosto stuzzicanti.

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 4
Ma la trama si infittisce, una serie di omicidi impazza Vienna e l’imperatore è in città, gli ungheresi preparano un colpo di stato? Chi lo sa. Da una parte medico e dall’altra detective della mente, Freud ed il fidato dott. Josef Breuer (l’unico che lo segue) dovranno indagare nell’oscurità di una società che strizza l’occhio all’occulto e spesso va anche oltre.

Ogni puntata porta il titolo di un concetto fondamentale del pensiero freudiano (Isteria, Trauma, Totem e tabù e così via), ma non fatevi illudere, non sempre le puntate ne seguono la logica. Diciamo mai?
La trama è godibile anche se nella sezione centrale si perde un po’, c’è molto sangue (anche troppo), visioni e situazioni al limite, i personaggi di contorno reggono la scena: in particolare l’ispettore Alfred Kiss e la appetitosa Madame Fleur Salomè (Ella Rumpf). Un’appunto sulla medium ungherese, che dal nome ricorda Lou von Salomé, psicoanalista tedesca di origine russa contemporanea a Freud e musa ispiratrice di Nietzsche, forse un tributo? Misteri.

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 5

 

In conclusione, se siete alla ricerca di una serie giallo dark con qualche riferimento alle vostre passioni psicologico/occulte fatevi sotto, se invece cercate Freud, leggete Freud.
Ad occhio la serie Freud avrà lo stesso destino di quelA Dangerous Method di Cronenberg, stracritticata perché secondo alcuni avrebbe dovuto sviscerare l’intero Libro Rosso di Jung e tutte ma proprio tutte le teorie di Freud in un’oretta e mezza.

Vi interessa il catalogo Netflix? Qui un nostro articolo sulle serie tv da vedere e recuperare

Trailer:

Dove recuperarlo?

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 6

Cosa dice la critica:

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 7 6,6/10
Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 8 50%

Freud - Stagione 1 (2020): psicanalisi molto crime 9

Name: Freud

Description: La serie ORF pubblicata da Netflix prende come spunto i presunti primi passi di Sigi nel mondo “reale”, giovane uomo, scapestrato, neolaureato, senza un soldo, dedito all’uso di strane sostanze e circondato da persone che non solo non lo sostengono, ma ne criticano le scelte accademiche

Totale
6/10
6/10
  • Trama - 6/10
    6/10
  • Realizzazione - 6/10
    6/10
  • Impatto - 6/10
    6/10