Luglio 14, 2020

Salto nel buio (1987): fantascienza anni 80 in miniatura

salto nel buio 1987

Salto nel buio (Innerspace) è un film di fantascienza del 1987 diretto da Joe Dante ed interpretato da Dennis Quaid, Martin Short e Meg Ryan. Si ispira al film e al romanzo Viaggio allucinante. Vinse un Oscar per gli effetti visivi.

La trama di Salto nel buio

Un esperimento di miniaturizzazione va in vacca quando il tenente Tuck Pendleton si ritrova nel corpo di un uomo inconsapevole invece che in quello di un coniglio. Insieme dovranno evitare alcuni scienziati malintenzionati e riportare Tuck alla giusta dimensione.

Il film

Belli gli anni 80, quando i generi non erano più ben definiti, le contaminazioni non si contavano e l’humour regnava sovrano.

È il caso ad esempio di Salto nel buio, questo piccolo cult prodotto da Steven Spielberg (sempre lui) e diretto da Joe Dante (di cui tra l’altro vi avevamo raccomandato di recuperare Matinee). Salto nel buio è un cult della mia infanzia, uno di quei film che quando davano alla tv era d’obbligo sintonizzarsi.

La trama e lo stile si rifanno alla fantascienza e ai film di spionaggio degli anni ’50 e ’60. Non a caso l‘idea di partenza proviene da Viaggio allucinante, altro film cult degli anni 60 diretto da Richard Fleischer, in cui un sottomarino veniva miniaturizzato per entrare nel corpo di un uomo e salvarlo.

salto nel buio 1987

L’idea è rivista e aggiornata ai tempi, modernizzata soprattutto grazie a degli effetti visivi (che hanno vinto l’Oscar) non solo entusiasmanti per l’epoca, ma che rimangono interessanti ancora oggi per come viene proposto il viaggio nel corpo umano. Una sorta di versione spielberghiana di Esplorando il corpo umano.

“Se ci giochi va bene, ma non ci devi parlare”

E se è indubbio che le sequenze “in miniatura” siano la parte più interessante del film, è altrettanto vero che anche il cast fa la sua parte e i tre protagonisti sono davvero ben assemblati. Dennis Quaid perfetto nel ruolo dell’eroe macho e irresponsabile, completamente all’opposto di Martin Short che con la sua comicità soprattutto fisica, quasi ruba la scena. A completare il trio una Meg Ryan mai così bella, capace di prendere in mano la situazione quando è necessario.

salto nel buio 1987

Salto nel buio non è un film privo di difetti. Un po’ troppo ingenuo forse, ma l’azione quasi cartoonesca può essere considerata anche un pregio. Resta il fatto che il film intrattiene e fa ridere. È un’avventura che non è invecchiata poi tanto e ancora oggi riesce a coinvolgere il pubblico di ogni età.

 

Consigliato a: gli amanti della fantascienza più fanta che scienza

Scena cult:

Se vi è piaciuto guardate anche…

Viaggio allucinante

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

Salto nel buio (1987): fantascienza anni 80 in miniatura 1 6,8/10
Salto nel buio (1987): fantascienza anni 80 in miniatura 2 82%

Salto nel buio (1987): fantascienza anni 80 in miniatura 3

Titolo italiano: Salto nel buio

Trama: Un esperimento di miniaturizzazione va in vacca quando il tenente Tuck Pendleton si ritrova nel corpo di un uomo inconsapevole invece che in quello di un coniglio. Insieme dovranno evitare alcuni scienziati malintenzionati e riportare Tuck alla giusta dimensione.

Paese: USA

Durata: 120 min.

Regia: Joe Dante

Attori: Dennis Quaid, Martin Short, Meg Ryan

Genere: Fantascienza

Totale
8.3/10
8.3/10
  • Trama - 7.5/10
    7.5/10
  • Realizzazione - 8/10
    8/10
  • Impatto - 9.5/10
    9.5/10