L’uomo invisibile (2020): invisibile, ma prevedibile

by Andrea Croce
0 commento

L’uomo invisibile è un film del 2020 diretto da Leigh Whannell con protagonisti Elisabeth MossOliver Jackson-Cohen ed Aldis Hodge.

La trama de L’uomo invisibile

Cecilia Kass è una donna sposata con un uomo violento e possessivo. Con l’aiuto di un amico poliziotto e della sorella riesce a scappare da questa vita. Dopo qualche mese la sorella gli comunica che l’uomo è morto suicidatosi. Alcune strane cose però convincono Cecilia che il marito non sia veramente morto.

L'uomo invisibile (2020): invisibile, ma prevedibile 4

Assolutamente notevole la prova di Elisabeth Moss che quasi da solo tiene in piedi il film

 

Il film

L’uomo invisibile ce l’ha quasi fatta, è quasi riuscito nell’impresa di resuscitare il mondo dei mostri Universal. Purtroppo però arriva la seconda parte del film, e tutto il lavoro fatto nei primi quaranta minuti viene gettato all’aria.

La premessa era interessante. Solitamente in questo genere di film l’invisibilità è quella che porta alla follia del protagonista (l’originale del 1933 di James Whale, o L’uomo senza ombra di Paul Verhoeven). Qui invece l’invisibilità è il mezzo di cui si serve un uomo già profondamente disturbato.

L'uomo invisibile (2020): invisibile, ma prevedibile 5

La parte iniziale del film mantiene questo interesse grazie ad una messa in scena secca ed efficace con pochi fronzoli. Tutto l’incipit de L’uomo invisibile con Cecilia che organizza la fuga è degno di un prison movie. Poi però a metà film quando la trama comincia a dipanarsi davanti a noi L’uomo invisibile si sgonfia. I personaggi secondari sono troppo piatti e stereotipati, così che tutto il peso della storia rimane sulle spalle dei due protagonisti.

La premessa del film era interessante: l’invisibilità è il mezzo di cui si serve un uomo già profondamente disturbato per tormentare la moglie

Leigh Whannell imposta l’opera come un action più che come un horror. Se nella sua opera precedente, Upgrade, questo stile era perfettamente funzionale alla pellicola. L’uomo invisibile è danneggiato da una messa in scena del genere, rendendolo prevedibile e già visto. Con una premessa così ci sarebbe voluto uno come James Wan dietro la macchina da presa e ne avrebbe tirato fuori molto di più.

Assolutamente notevole la prova di Elisabeth Moss che quasi da solo tiene in piedi il film.

Trailer:

Cosa dice la critica:

imdb7.3/10

rotten tomatoes 91%

 

L'uomo invisibile (2020): invisibile, ma prevedibile 6

Titolo italiano: L'uomo invisibile

Trama: Cecilia Kass è una donna sposata con un uomo violento e possessivo. Con l'aiuto di un amico poliziotto e della sorella riesce a scappare da questa vita. Dopo qualche mese la sorella gli comunica che l'uomo è morto suicidatosi. Alcune strane cose però convincono Cecilia che il marito non sia veramente morto.

Paese: USA

Durata: 124 min.

Regia: Leigh Whannell

Attori: Elisabeth Moss, Oliver Jackson-Cohen, Harriet Dyer

Genere: Thriller, Horror

Totale
5/10
5/10
  • Trama - 7/10
    7/10
  • Realizzazione - 4/10
    4/10
  • Impatto - 4/10
    4/10

Potresti adorare anche...