Asterix e il Segreto della Pozione Magica (2018): Rancore e Passione

Asterix

Da ormai 60 anni sappiamo che quando Gaio Giulio Cesare condusse le sue campagne di conquista in Gallia, un piccolo e sperduto villaggio in Armorica resistette strenuamente all’invasore romano. O così almeno nelle fantasie di René Goscinny e Albert Uderzo, i genitori di quel gallo con elmo alato famoso in tutto il mondo.
E dopo tutti questi anni ecco giunto il momento di scoprire, con Asterix (ah ma io pensavo parlassi del grassone! “Ehi chi sarebbe il grassone?”), il Segreto della Pozione Magica.

La trama di Asterix e il Segreto della Pozione Magica:

Per il druido Panoramix è giunto il momento di cercare un giovane successore al quale affidare i segreti della magica pozione che protegge il villaggio di irriducibili galli. Partirà dunque alla ricerca di un nuovo druido, scortato dai due guerrieri del villaggio, mentre qualcuno trama alle sue spalle…

Il film

Asterix e Obelix

Dopo 8 film in animazione tradizionale, usciti principalmente tra gli anni ’60 e ’70, quando il personaggio (ed entrambi i suoi creatori) erano in piena salute, e diversi film in live action piuttosto dimenticabili, nel 2014 Asterix, Obelix e tutto il villaggio di galli approdarono all’animazione 3D, con la regia di Alexandre Astier e Louis Clichy nel piacevolissimo Asterix e il Regno degli Dei.

Il secondo film in CG di Asterix si configura come un calibratissimo sequel in continuity col precedente (come si nota da alcuni dettagli), ma come ogni avventura del Gallo che si rispetti, è anche pienamente fruibile a se stante, con la sua satira pungente, caratteristica dell’ormai compianto Goscinny.

Asterix e il Segreto della Pozione Magica presenta però qualcosa di inedito per un’avventura di Asterix, ovvero una tale complessità dell’intreccio, costellata di sottotrame e relazioni tra personaggi che evolvono in modo credibile e soddisfacente nel corso del film.

Rancorix

Senza dimenticare un ottimo villain, dal design fantastico, Rancorix (in originale Sulfurix, ma come spesso con Asterix non si tratta di un adattamento insensato).

In una storia di antiche faide tra druidi, della spasmodica ricerca di un prescelto, ricercato attraverso tutta la Gallia in siparietti degni di MasterChef, non si risparmia nemmeno un discorso femminista, trattato col giusto tatto e decisamente sottotraccia per un film d’intrattenimento simile (un saluto alla scena delle eroine di Avengers Endgame), pieno di gag da slapstick comedy supportate dalla curatissima animazione in CG.

In tutto questo i due registi non si sono trattenuti dall’omaggiare i più disparati generi cinematografici, fino ad arrivare a quello supereroistico, in sequenze piene di pathos e altre completamente assurde.

Panoramix e Obelix

Come nota finale segnalerei la passione dei francesi per la musica pop anni ’80, e non stona. D’altronde mai avrei immaginato di vedere in Asterix uno scontro titanico tra un druido gigante e un mecha formato da legioni romane, ma a ben pensarci ha pienamente senso, nel 50 a.C. Fuori d’ogni dubbio.

La vera forza di Asterix, tolte pozioni magiche, è questa: satira e passione per raccontare, in ogni modo possibile, storie degne di essere raccontate, anche dopo 60 anni.

Consigliato a: gli appassionati di animazione 3D, di Asterix, e delle belle storie.

Trailer:

Cosa dice la critica:

imdb asterix e il segreto della pozione magica 6.8/10

rotten tomatoes asterix e il segreto della pozione magica65%

Asterix e il Segreto della Pozione Magica (2018)
poster

Titolo italiano: Asterix e il Segreto della Pozione Magica

Trama: Per il druido Panoramix è giunto il momento di cercare un giovane successore al quale affidare i segreti della magica pozione che protegge il villaggio di irriducibili galli...

Paese: Francia

Durata: 85 min.

Regia: Louis Clichy , Alexandre Astier

Attori: Christian Clavier

Genere: Animazione, Commedia

Totale
8.3/10
8.3/10
  • Trama - 7/10
    7/10
  • Realizzazione - 9/10
    9/10
  • Impatto - 9/10
    9/10