Parasite (2019): come ci si libera di un parassita?

Parasite è un film sudcoreano del 2019, diretto da Bong Joon-ho, vincitore della Palma d’Oro del Festival di Cannes dello stesso anno.

E’ descritto come commedia, dramma e thriller.

La trama di Parasite

La famiglia di Ki-Woo vive in un umido e minuscolo seminterrato, sopravvivendo di giorno in giorno grazie ai più svariati e scaltri espedienti per racimolare cibo o denaro.

Un giorno si presenta un’opportunità economica alla loro porta: un vecchio amico di Ki-Woo vorrebbe proporlo come tutor sostituvo per la sua studentessa privata a causa della sua imminente partenza.

Il ragazzo ovviamente non può rifiutare, e una volta scoperto quanto effettivamente sia ricca la famiglia della studentessa insieme ai suoi parenti si lancia in una truffa senza precedenti.

Il film

Parasite, dicevamo, è descritto come commedia, dramma e thriller.

Potrebbe sembrare confusionario o poco coeso, ma è proprio in questa situazione che è racchiusa la grandezza di questo film. La costante sorpresa e il passaggio da un tono all’altro senza colpi di frusta lo rendono geniale e imperdibile, e difficile da discutere con chi non l’ha visto perché è uno di quei casi in cui meno si sa, meglio è, più ci si lascia immergere dalla sua atmosfera e dal suo percorso più si apprezzerà.

Parasite è il racconto di una lotta di classe fra i poveri più poveri e i ricchi più ricchi, e questo contrasto non può non portare a tutti i generi elencati.

Una satira e commento sociale senza freni e senza riserve, sulla difficoltà del movimento fra le classi e la spietatezza di un mondo che viaggia per inerzia, restio ai cambiamenti.

 

Consigliato a:  amanti di film sorprendenti, originali e divertenti

Trailer: 

Cosa dice la critica:

8.5/10
99%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
9.5
Lisa

Lisa

Le piacciono i film che fanno piangere e le peggiori canzoni pop... in quest'ordine