It – Capitolo 2 (2019): la resa dei conti per Pennywise

It – Capitolo 2 è un film del 2019 diretto da Andy Muschietti e sequel del film It (2017), adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King. Il film va a concludere la storia lasciata aperta dal primo capitolo.

La trama di It – Capitolo 2

Sono passati 27 anni. I ragazzi del Club dei Perdenti si sono tutti allontanati da Derry, solo Mike è rimasto in città. Quando Pennywise ricomincia a mietere vittime tocca a lui richiamare i suoi amici per affrontare definitivamente It.

Il film

A due anni di distanza dal successo mondiale di It, arriva la conclusione di quello che è in realtà un lungo film diviso in due parti. L’aspettativa era molto alta e, pur conoscendo gli esiti della trama (già raccontata nella miniserie del 1990 e comunque conosciuta ai più vista la fama del romanzo omonimo di Stephen King), c’era molta curiosità intorno a questo It – Capitolo 2.

L’attesa è stata ripagata e questo capitolo conclusivo mantiene abbastanza alto il livello. Il risultato è un lungo film (2 ore e 50 minuti) che riesce tutto sommato a gestire bene i ritmi. Andy Muschietti riesce ad approfondire nuovamente i personaggi legando in modo audace le versioni adulte e quelle adolescenziali. Questo grazie ai numerosi flashback e ad un casting perfetto (lo era già nel primo capitolo) in cui tutti gli attori si eguagliano.

it capitolo 2

Sicuramente i più conosciuti al grande pubblico sono James McAvoy e Jessica Chastain (che ereditano rispettivamente i ruoli di Bill e Bev), ma una menzione particolare va sicuramente a Bill Hader che restituice una perfetta continuità a quel Richie che nel primo capitolo era interpretato dalla star di Stranger Things, Finn Wolfhard.

Ma It – Capitolo 2 è anche l’affermazione definitiva di Bill Skarsgård

che porta a vette altissime il personaggio di Pennywise/It oscurando, non me ne vogliano i nostalgici, completamente la versione del 1990. L’interpretazione di Skarsgård definisce a tutto tondo il villain del film esaltandone la follia orrorifica, il lato surreale, ma anche le debolezze.

Inquieto e inquietante, spaventoso e divertente, It – Capitolo 2 è un horror di alta qualità che intrattiene a dovere, ma anche (come nella volontà del romanzo) un’interessante storia di formazione che rende benissimo la forza dei traumi infantili e la necessità di ricordarli e affrontarli in modo da affermare definitivamente sé stessi e vivere una vita piena.

It – Capitolo 2 è un film senz’altro non privo di difetti, da alcuni buchi di sceneggiatura ad alcune ridondanze e cadute di ritmo nella parte centrale (dovute anche alla lunga durata), e non completamente in linea con il romanzo. Eppure non siamo solamente certi che sarà in grado di soddisfare la gran parte del pubblico, ma anche che verrà ricordato per lungo tempo.

Consigliato a: gli amanti di Stephen King e degli horror di grande impatto.

Trailer:

Cosa dice la critica:

7,3/10
65%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.0
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.