5 documentari per sembrare interessanti a cena

Tante volte pensando ai documentari le prime cose che ci vengono in mente sono i mattoni di Rai Storia sui campi di concentramento o quelle storie ricostruite della vita di Gesù che proiettavano nell’ora di religione quando la prof non aveva voglia di spiegare.

In realtà, soprattutto ora grazie a Netflix che da questo punto di vista è poco criticabile, è molto più facile trovare e guardare documentari molto interessanti sugli argomenti più disparati.

Questi sono cinque, su temi vari più o meno assurdi e che si possono tirare fuori in caso di necessità di sembrare intellettuale/interessante/originale/divertente/ecc, in ordine del tutto casuale.

1) La Terra è piatta – Behind the curve

Quando si dice “un nome, un programma”. Esattamente quello che sembra, un’immersione nel fantastico mondo dei terrapiattisti. Conosciamo uno dei leader di questo movimento e alcuni dei personaggi più.. particolari? della comunità che crede che la Terra non sia sferica. E’ interessante però perché non è una presa in giro continua di queste persone, ma le guarda con anche un occhio empatico e cerca di capire come mai si sia sviluppata questa credenza e le persone ci credano fortemente, al punto di investirci tempo, denaro, relazioni.. (Un po’ è anche una presa in giro, perché insomma, se lo meritano ampiamente)

2) Icarus

Parlando di cose super noiose che siamo costretti a guardare da qualcuno quando sono in tv non può mancare il ciclismo. Senza offesa ad eventuali appassionati che stanno leggendo (anche se immagino che la quota di sovrapposizione fra chi frequenta questo sito e gli amanti del Giro d’Italia sia abbastanza contenuta), è uno sport soporifero da seguire in televisione. Questo documentario parte raccontando un’indagine sul doping all’interno dei circuiti delle corse, per poi trasformarsi letteralmente in un intrigo internazionale con tanto di spie russe e passaporti falsi, fino ad analizzare la corruzione di eventi molto più grandi in scala globale. Perfino da un documentario sul ciclismo esce un thriller più interessante di metà dei film al cinema.

 

3) Three identical strangers

Negli anni ’80, negli Stati Uniti, un trio di ragazzi è diventato celebre per una storia piuttosto particolare: erano tre gemelli identici, separati dalla nascita che non conoscevano l’esistenza degli altri e si sono ritrovati per caso. Sono diventati fratelli da un giorno all’altro e la loro storia li ha portati a essere ospiti in svariate trasmissioni e li ha trasformati in vere e proprie celebrità. Questo documentario ripercorre la loro storia, svelando anche qui qualcosa di molto più grande di un semplice incontro casuale di gemelli: esperimenti sociali, malattie genetiche, documenti secretati, una storia interessante e senza copie inaspettate.

4) Visages, villages

Un documentario francese, sì sì, so cosa sembra. E’ anche quello un po’ più “intellettuale” di tutta la lista. Però è molto bello ed emozionante: il fotografo JR e la regista Agnès Varda (scomparsa da poco) viaggiano per la Francia con il loro progetto artistico: stampare gigantografie delle fotografie di persone che abitano o lavorano in luoghi particolari e renderle delle opere d’arte, mentre discutono delle loro vite e le loro idee. E’ sicuramente quello più toccante e profondo, senza complotti o persone sceme, ma più che consigliato.

5) Tickled – L’impero del solletico

Un’indagine nel mondo delle competizioni di solletico. Già. Sono una cosa che esiste e ci sono persone specializzate in questo. Ma non solo, poteva mancare una teoria di complotto con il governo e persone che forse non esistono, e gente sfruttata senza sapere esattamente il perché? Ovviamente no. Si va a finire in luoghi che non si sarebbero mai immaginati, aspetto ancora il seguito per sapere che fine hanno fatto tutte queste persone.

 

Lisa

Lisa

Le piacciono i film che fanno piangere e le peggiori canzoni pop... in quest'ordine