Lionsgates Con: troppe richieste! Posticipato a settembre e raddoppiati gli spazi

Sono state così tante le richieste arrivate dai fan da tutta Italia per incontrare i loro idoli delle serie tv, che il Lionsgates Con di Padova raddoppia gli spazi e si sposta a settembre.

La prima edizione dell’evento che avvicina gli appassionati di intrattenimento alle star di serie tv e cinema hollywoodiano, prevista dal 21 al 23 giugno, è stata posticipata al 13-14-15 settembre 2019 e occuperà non più uno, ma due padiglioni (l’11 e il 14) di PadovaFiere.

La decisione è stata presa dagli organizzatori di Starjob Srl per garantire un’organizzazione ancora migliore di attività e servizi, e assicurare a tutti i partecipanti, nessuno escluso, un’esperienza ancora più indimenticabile ed immersiva. La notevole risposta del pubblico ha infatti cambiato le esigenze tecniche e reso necessario riformulare gli spazi dei padiglioni di PadovaFiere che ospiteranno la tre-giorni, dilatando di conseguenza i tempi.

La formula dell’evento e la line up di ospiti restano invariati, come annunciato nel nostro ultimo articolo. Per la prima volta in Italia, si potranno incontrare in carne ed ossa i protagonisti del grande schermo e delle più famose serie televisive, in un’opportunità straordinaria che include l’incontro con attori internazionali come Iain Glen de Il Trono di Spade e il celebre fumettista Marvel Marco Checchetto, ma anche cosplay, espositori di gadget e fumetti, il concerto di Chase Coleman, voce dei Mercy Mode e volto di Oliver in The Originals, e la proiezione del film Pirati dei Caraibi assieme Kevin McNally, uno dei suoi protagonisti.

I biglietti per il Lionsgates Con già acquistati dal pubblico restano validi anche per le nuove date.

Per info:

www.lionsgates.online

Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.