Revenge (2017): stupro e exploitation per donne con i cohones

Revenge è un film del 2017 diretto da Coralie Fargeat ed interpretato da Matilda Lutz.

La trama di Revenge

Jen è la giovane amante di Richard che la porta con sé per un weekend di sesso e relax in una sontuosa villa in mezzo al deserto. Le cose prendono una piega inattesa quando Stan, amico di Richard, violenta Jen. In cerca di giustizia, Jen minaccia di raccontare della loro tresca alla moglie di Richard e lui perde il controllo della situazione…

  revenge

Il film

Revenge si presenta in maniera estremamente semplice e diretta: dalla sua sfrutta una serie di cliché e di vicende fondamentalmente prevedibili, ma lo fa con classe ed estrema maturità.

Il film appartiene al genere rape & revenge e dell’explotation, generi generalmente rivolti al pubblico maschile, sia per i temi che per la messa in scena di sequenze estremamente violente. La scelta invece di voler ribaltare il contesto per un film di critica all’oggettificazione del corpo della donna nel cinema, rende Revenge una gradevole sorpresa.

“La regia è forte e decisa”

La regia è forte e decisa, con la scelta di includere scene estremamente sanguinose accompagnate da costumi, scenografia e fotografia che rafforzano l’impatto e i contrasti a cui il film vuole dare risalto. Revenge, nella sua prevedibilità, riesce e mettere lo spettatore all’interno della scena e dall’azione e regala dei momenti di buona tensione.

L’esagerazione fà da vera spina dorsale anche a rimarcare quanto l’assurdo di alcune scene probabilmente non ci infastidirebbe troppo se ci fosse un protagonista maschile.

Tutto il cast rende giustizia al proprio personaggio, ognuno con il suo ruolo e il suo spazio, in una vera caccia “all’uomo” che regala la giusta dose di intrattenimento che ci si aspetta da un film simile.

revenge

Consigliato…

… agli amanti del genere, non mancherà il sangue e l’esagerato.

Sconsigliato…

… se vi aspettate una introspezione psicologica sull’atto della violenza

Trailer:

just watch

Cosa dice la critica:

6,3/10
93% – 55%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.3
Lorenzo

Lorenzo

Cresciuto come tanti bambini degli anni '90 a pane e film di Bud Spencer, da sempre ama il cinema in tutte le sue forme. Programmatore di giorno e videoamatore a tempo perso, negli ultimi anni ha iniziato a detestare il cinema Americano da Blockbuster (salvo sporadiche eccezioni) e ad apprezzare i decisamente poco blasonati film orientali moderni. È finito che non ha più amici da invitare a casa per un film: preferiscono drogarsi.