Ghostbusters – Acchiappafantasmi (1984): sei tu un dio?

Ghostbusters – Acchiappafantasmi è film di fantascienza e commedia del 1984 diretto da Ivan Reitman e con protagonisti Bill Murray, Dan Aykroyd, Harold Ramis, Ernie Hudson, Sigourney Weaver e Rick Moranis.

La trama di Ghostbusters – Acchiappafantasmi

Degli strani fenomeni paranormali a New York richiamano l’attenzione di tre ricercatori universitari che si inventano una nuova professione: gli acchiappafantasmi.

Il film

Nel periodo d’oro della National Lampoon (la cui storia è in parte raccontata nel film A Futile and Stupid Gesture) a Dan Aykroyd venne la balzana idea di ricercare lo spirito (in tutti i sensi) di alcuni film degli anni ’30. Il cinema americano del passato era pieno di personaggi che si confrontavano con i fantasmi (soprattutto le commedie di Abbott e Costello) e Aykroyd voleva riportae in auge quello stile. Nacque così l’idea di Ghostbusters – Acchiappafantasmi, di cui inizialmente doveva essere complice l’amico John Belushi. A causa della morte di quest’ultimo la produzione slittò e il cast divenne quello che conosciamo ora.

ghostbusters acchiappafantasmi

Cosa si può dire di Ghostbusters? Innanzitutto che non è invecchiato e ancora oggi fa la sua sporca figura. Del resto quando venne realizzato spostò in avanti l’asticella anche sul fronte effetti speciali. Alcune idee sono sbalorditive e davvero all’avanguardia per l’epoca.

“Vuoi tu questo corpo?” “È una domanda trabocchetto?”

Ghostbusters – Acchiappafantasmi è un film che rasenta la perfezione per diversi motivi. Partiamo da una sceneggiatura ricca di idee originiali che riesce a mischiare commedia, fantascienza, azione e horror garantendo un intrattenimento di grande qualità. Dan Aykroyd e Harold Ramis firmano un’opera geniale, ma soprattutto innovativa rispetto ai loro precedenti lavori. La comicità popolare tipica dei film precedenti scritti da Ramis viene riequilibrata dal tocco più soft di Aykroyd, il cui unico lavoro da sceneggiatore era stato The Blues Brothers. L’unione con Ivan Reitman e la scelta di inserire Bill Murray è vincente e porta Ghostbusters al mito. Il film è l’esatta dimostrazione di quanto gli anni 80 fossero un decennio di idee e creatività.

ghostbusters acchiappafantasmi

Gli acchiappafantasmi sono iconici. Tutto si fa leggenda. Scenografie, costumi, battute, musiche e personaggi si uniscono per creare un film fenomenale e si disgiungono per entrare ognuna a suo modo nella cultura popolare. Difficile non canticchiare la canzone di Ray Parker jr. o non aver disegnato almeno una volta il logo del film. Chi non vorrebbe guidare la Ecto-1 o lavorare in un’ex caserma dei pompieri a Manhattan?

Quando qualcuno ti chiede se sei un dio, tu gli devi dire sì!!

Certo per realizzare un film cult come Ghostbusters – Acchiappafantasmi ci vuole consapevolezza, ma anche una buona dose di culo. E in questo caso anche in fase di casting è andata bene. Sia Sigourney Weaver che Rick Moranis sono perfetti comprimari, ma è soprattutto l’accoppiata Weaver-Murray che funziona benissimo.

Tutti questi ingredienti si rimescoleranno ottimamente in Ghostbusters II che, anche se per molti è di gran lunga inferiore al primo, rimane un sequel all’altezza del primo capitolo e con tantissime grandi idee.

Alcune curiosità:

  • L’omino dei marshmallow compare nella scena dell’esplosione delle uova, quando Dana tira fuori dalla busta della spesa proprio una confezione di marshmallow.
  • La parte di Louis, interpretato da Rick Moranis, doveva andare a John Candy. Candy però voleva dargli un accento tedesco, andando a cambiare molto le caratteristiche del personaggio. Così non venne trovato un accordo con la produzione che scelse Rick Moranis.
  • La sceneggiatura iniziale prevedeva diverse squadre di Ghostbusters che litigavano fra loro ed era ambientata nel futuro. Tale idea sarebbe stata troppo costosa (300 milioni di dollari, una cifra spropositata anche oggi) e Aykroyd cambiò completamente lo script.
  • Nel cast doveva esserci Eddie Murphy nel ruolo di Winston, che però rifiutò per girare Beverly Hills Cop, mentre Chevy Chase avrebbe dovuto interpretare Venkman.
  • Ad oggi i film non hanno ancora avuto un vero e proprio terzo capitolo. Il film Ghostbusters del 2016 è di fatto un reboot della saga, mentre è previsto per il prossimo anno, con regia di Jason Reitman, il sequel ufficiale dei primi due film. Nel 2009 è uscito perà un videogame che di fatto è un Ghostbusters 3, basando la propria storia sulle idee scartate per il terzo film e ambientandola poco dopo la disavventura con Vigo. La serie animata The Real Ghostbusters invece continua ufficialmente la storia dei primi due film e riporta sullo schermo tutti i personaggi.
  • Nelle scene in cui Dana è posseduta, la voce è quella del regista Ivan Reitman

Consigliato a: tutti. È un film da vedere almeno 100 volte nella vita!

La scena cult:

Dove recuperarlo?

just watch

Se vi è piaciuto guardate anche…

Ghostbusters II, Sospesi nel tempo, Spectral

Cosa dice la critica:

7,8/10
97%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
10.0
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.