Mars Attacks! (1996) – It’s not unusual

Mars Attacks! è un film del 1996 diretto da Tim Burton e interpretato da Jack Nicholson, Pierce Brosnan e Sarah Jessica Parker.

La Trama

Il presidente degli Stati Uniti (Jack Nicholson) annuncia alla nazione la presenza di marziani, intorno all’orbita terrestre. Convinto dal professor Donald Kessler (Pierce Brosnan) delle intenzioni pacifiche degli alieni, organizza un comitato d’accoglienza, durante il quale però le cose non vanno per il verso giusto e raggi laser cominciano a piovere sulla folla. C’è stato un malinteso o sono solo cattivi “vicini” di casa?

Il Film

Chi già conosce questo film, può affermare con certezza che questo è uno dei più pazzi del signor Burton. Sono passati ormai 23 anni (al momento in cui questo articolo viene scritto) e, seppure ci siano degli elementi che farebbero storcere il naso allo spettatore più giovane, è innegabile che la follia comica di Mars Attacks! sia persuasiva ancora oggi.

Ma andiamo con ordine.

Cominciamo dai protagonisti. Gli alieni. Il concept grafico al quale si ispira Burton è quello delle omonime figurine, allegate alle famose gomme da masticare Topps, nel 1962. All’inizio, come da tradizione, l’idea era quella di muoverli con la tecnica della stop motion, ormai quasi un marchio di fabbrica del regista. La produzione però decise di affidarli all’Industrial Light & Magic (quelli di Star Wars avete presente, no?), per animarli graficamente.

Nonostante il suo successo sia stato tarpato dal fratellone più ‘serio’ uscito sempre in quell’anno, ovvero Independence Day, gli alieni di Mars Attacks! sono decisamente più cattivi, e non si tratta di mera cattiveria da conquistatori di pianeti. Questi marziani sono sadici, a tratti voluttuosi e senza un briciolo di etica. Insomma, al contrario di quelli di Emmerich, questi vogliono solo vedere il mondo bruciare, ed è questo quello a cui si affida Burton.

mars attacks!

Una delle carte collezionabili che hanno ispirato l’aspetto degli alieni

Il periodo nel quale si ambienta la vicenda è apparentemente quello degli anni ’90, ma i costumi, le divise dei militari, i carri armati e altri piccoli particolari hanno un rimando agli anni ’50. Perché questo film è sì una colorata versione della grottesca comicità dark di Tim Burton ma è anche, e forse soprattutto, una parodia della fantascienza di quegli anni. Oltre al design degli ‘omini verdi’, troviamo riferimenti nella forma delle astronavi a La Terra contro i dischi volanti del 1956. La semplicità dell’esercito, gli effetti speciali dei palazzi distrutti, il simpatico traduttore terrestre-alieno (chiaramente difettoso), situazioni alla Ultimatum alla terra e rimandi alla Guerra dei mondi. È una macabra strizzata d’occhi, come ci si aspetterebbe dal regista di Beetlejuice e del primo Batman, all’ingenuità verso tutto quel filone che riguarda oggetti volanti non identificati e che negli anni ’50 cominciava a diffondersi a vista d’occhio (o di telescopio).

Ma c’è di più.

Non si può certo dire che la trama sia il punto forte di questa pellicola. Anzi. Il regista chiude volontariamente gli occhi, molla le mani dal volante, e lascia che la macchina segua la propria strada. E, insita nella parodia, c’è una strada che porta alla satira politica, che gira intorno ad un governo, non tanto corrotto quanto incapace, che preferisce una via diplomatica con la razza aliena solo per tornaconto di consensi. Un governo non è in grado di affrontare una situazione più complessa di un’apparizione a reti unificate e che vedrà la propria disfatta per mano aliena. Il timbro satirico di Burton non è una novità, ma qui estendiamo quello che era il dito puntato sulla classe borghese (Edward Mani di Forbici) alle istituzioni politiche, all’integrazione multiraziale e ai vari cliché americani.

mars attacks!

“Non scappate, siamo vostri amici”

Ma se ancora non bastasse, su questo itinerario fatto di omaggi alla fantascienza e satira in stile Burton ci sono strade fatte di situazioni strambe e surreali (bambini che difendono il presidente, dico a voi), di bizzarri esperimenti corporali, svariati metodi di uccidere gli umani e divertentissime interpretazioni di un cast… stellare.

Cosa puoi aggiungere a Mars Attacks!, su sadici alieni che si divertono a bullizzare i terrestri? Giusto qualche nome famoso tipo: Jack NicholsonMichael J. FoxSarah Jessica ParkerPierce BrosnanJack BlackGlenn Close, Natalie Portman, Danny DeVitoSylvia Sidney. Ah, dimenticavo… Tom Jones che interpreta se stesso. Tutti questi, e molti altri, aiutano il film a prendere ancora di più una forma irreale e super irriverente.

mars attack!

Il Tim Burton che vediamo in Mars Attack! ha ancora quella visione grottesca e cupa di raccontare le cose, anche se lo nasconde sotto coloratissimi raggi laser e luccicanti mantelli alieni. Molto diverso dal Burton che conosciamo ultimamente. Sicuramente non è uno dei suoi film migliori. Ma è ben lontano dall’essere uno dei peggiori. Colorato, folle, cattivo, surreale ma soprattutto divertente come il vecchio Tim ci aveva abituati.

Consigliato a:

Chiunque voglia farsi quattro risate con un film che strizza l’occhio sulla fantascienza degli anni ’50 condita con la classica stravaganza Burtoniana.

Trailer


Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

mars attack! imdb 6.3/10

mars attack! rotten tomatoes52%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
6.8
Marco

Marco

Un panda batterista travestito da web designer, con la passione per tutto ciò che si può leggere o vedere a schermo, grande o piccolo che sia.