The Rocker – Il batterista nudo (2008): una vera (?) storia rock

The Rocker – Il Batterista Nudo è un film americano del 2008 diretto da Peter Cattaneo, già regista di Full Monty.

La trama di The Rocker – Il batterista nudo

A un soffio dal successo mondiale con la sua band Vesuvius, Robert Fishman (Rainn Wilson) viene cacciato dai suoi stessi compagni per ingraziarsi un produttore famoso. Inizierà quindi a covare un fortissimo rancore nei loro confronti, rimanendo tuttavia inerme e non potendo di fatto fare nulla per cambiare vita. Dopo anni passato a trascinandosi nella banalità a noia di tutti i giorni, troverà l’occasione di riscattarsi e tornare alla ribalta con una nuova band.

Il film

Lo ammetto, quando vidi The Rocker la prima volta fui ovviamente attratto dalle ambientazioni e dai temi trattati, in quanto musicista io stesso. Quello che mi trovai di fronte, oltre a una pellicola dannatamente divertente, fu un vero e proprio esempio di come girare un film leggero, spensierato ma capace di lasciare qualcosa allo spettatore: una morale, un messaggio e una lezione su come certe cose della vita vadano affrontate. Ma andiamo con ordine…

the rocker

“Noi siamo una band, e le band dividono ogni cosa:

deodorante, pullman, gnocca”

 

La cosa curiosa di The Rocker è il fatto che sia un film parzialmente biografico/storico. La vicenda narrata infatti può essere senza troppi problemi ricollegata a due band storiche che segnarono il rock nei decenni passati: i Beatles e i Metallica. L’allontanamento da parte della band subito dal povero Rob Fish è infatti praticamente identico alle vicende che capitarono a Pete Best (presente in un cameo in questo film), primo storico drummer del quartetto di Liverpool, che vide arrivare Ringo Starr al suo posto.

Meno diretta (ma secondo me comunque fortemente riconoscibile) è tutta la scia di odio, rancore e disprezzo che Fishman mostra per buona parte del film verso la sua vecchia band (portandone poi al successo una tutta sua), esattamente come fede Dave Mustaine dopo l’allontanamento dai sopra citati Metallica.

 

the rocker

 

Al di là delle citazioni e dei riferimenti storici, ciò che The Rocker vuole comunicare ai suoi spettatori è “Rilassati, la vita va vissuta e non passata a rimpiangere ciò che potevi avere”. E quando Robert “Fish” Fishman si rende conto di ciò, le cose iniziano automaticamente ad andare in una direzione migliore. Chiamatelo Karma, chiamatela provvidenza divina, chiamatelo fato: comunque guardiate la cosa, il messaggio non cambia.

Un film divertente da vedere almeno una volta, che non ha grandi pretese ma sa lasciare il segno.

Consigliato a: chiunque ami le commedie, il rock e l’unione di questi due elementi.

Il Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

6,2/10
rotten tomatoes41%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.0
Mattia

Mattia

Programmatore di giorno, musicista di notte, affronta il tram tram della vita quotidiana a colpi di cassa e rullante