Room (2015): Il mondo in una stanza

Room è un film del 2015 diretto da Lenny Abrahamson e interpretato da Brie LarsonJacob Tremblay.

La Trama di Room

Ma e suo figlio di cinque anni Jack, vengono tenuti prigionieri nella stessa stanza per anni. Per il proprio bambino, Ma trasformerà quelle quattro mura nel mondo intero, nella speranza che, prima o poi, Jack possa vedere quello che c’è al di là della porta.

Il film

Sarà che mi aspettavo una trama differente, sarà che sono diventato padre da poco, ma questo film mi ha toccato parecchio. Pensavo fosse uno di quei film in cui c’è un personaggio cattivo che rapisce il personaggio buono e che, dopo varie peripezie, quest’ultimo riesce a fuggire. Insomma classica trama di un classico thriller. Sorprendentemente tutti questi elementi passano in secondo piano. L’attenzione è tutta rivolta verso il rapporto madre-figlio. Ma (diminutivo di Mamma) è una ragazza che è stata rapita e da anni viene tenuta prigioniera in una singola stanza. Jack è nato durante questo periodo di segregazione, deducibilmente da un rapporto con il rapitore. Con queste premesse appena accennate il film si concentra, soprattutto nella prima metà del film, sul tipo di vita che conducono i due prigionieri. Ed è qui che la cosa si fa interessante.

Pensando al rapimento, alla segregazione, ci vengono in mente quelle stanze buie, spoglie, con un materasso (ma a volte nemmeno quello) e un gabinetto che farebbe ribrezzo al peggior bagno del peggior bar di Caracas. Invece in questo non-lussuoso loft di scarsi metri quadri troviamo una cucina, un divano, un letto matrimoniale, un tavolo e persino un televisore. Insomma, non un hotel a 5 stelle, ma con abbastanza cose da rendere i due inquilini autosufficienti.

Ma - Room

Brie Larson si aggiudica l’oscar come miglior attrice ed è un premio meritato!

Il perché di tutti questi agi sarà più chiaro con la visione del film. Quello che interessa a noi è l’ambiente in cui si trova a crescere Jack. Lui è nato in quella stanza e in quella stanza è diventato abbastanza grande da percepire quelle misere quattro mura come unica cosa reale. Non esiste altro al di fuori della Stanza.

Come si può sopravvivere, e far sopravvivere un bambino, per 5 anni in una sola stanza? Esattamente in questo modo! Ma crea un intero pianeta dentro quella stanza, per dare l’illusione a Jack che tutto vada bene. Non puoi certo dire a tuo figlio che è il frutto di un abuso sessuale da parte del tuo carceriere, no? Ogni giorno è scandito da precise routine, a partire dal buon giorno a tutti gli oggetti che fanno parte del “monolocale”: il lavandino, il gabinetto, il tappeto, il serpente-guscio. Tutti oggetti inanimati e di non particolare importanza, ma che fanno parte di quell’unica realtà che Jack conosce.

Ci vuole una grande forza di volontà per non crollare sotto il peso degli eventi. Rimanere concentrati e trasformare tutto quello che c’è di brutto (in questo caso tutto), in qualcosa di positivo. La tv diventa quindi una “scatola magica”, al di là delle mura c’è il cosmo; il rapitore che porta in dono viveri e altro materiale utile alla sopravvivenza, diventa “Old Nick” soprannome che viene usato per indicare sia Babbo Natale, ma anche il Diavolo.

Jack e Ma - Room

Volevo fargli sentire che era al sicuro, che era un bel posto dove vivere.

Probabilmente se avessi visto Room tre settimane fa, non lo avrei capito fino in fondo. Non avrei colto la forza che Ma trova ogni volta che Jack ne ha bisogno, che sia per risolvere un capriccio o per affrontare il vecchio Nick. Questo film ti fa capire quello che devi dare e fare per essere un bravo genitore. Devi avere pazienza, più di quanta se ne possa immaginare. Devi possedere un’immaginazione grande almeno quanto quella di tuo figlio. Bisogna saper trattenere la rabbia, l’angoscia e tutti quei sentimenti negativi che possono incrinare il rapporto, e rimodellarli in qualcosa di bello, come quando trasformi in un mondo felice una piccola stanza.

Room è un film a volte un po’ lento, ma che arriva dritto al punto. Brie e Jacob regalano un’interpretazione stupenda e trasmettono con facilità tutti i sentimenti e le emozioni che provano durante le quasi due ore.

Consigliato a:

Se sei una persona a cui piacciono i film sui rapporti genitori-figli come Mi Chiamo Sam o Captain Fantastic, questo film fa decisamente al caso tuo. E anche se non sei tra quelli, l’interpretazione di Brie Larson e del piccolo Jacob meritano da sole la visione del film.

Il trailer

 Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica

imdb 8.2 / 10

rotten tomatoes 94%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.0
Marco

Marco

Un panda batterista travestito da web designer, con la passione per tutto ciò che si può leggere o vedere a schermo, grande o piccolo che sia.