Le terrificanti avventure di Sabrina: la serie tv che non ti aspetti

Le terrificanti avventure di Sabrina (Chilling Adventures of Sabrina) è una serie tv del 2018 basata sul personaggio degli Archie Comics Sabrina Spellman e prodotta da Netflix.

La trama di Le terrificanti avventure di Sabrina

Nella prima stagione della serie tv la giovane Sabrina Spellman, mezza strega e mezza umana, deve affrontare, al compimento del suo sedicesimo anno di età, la scelta più importante della sua vita: optare per essere una strega a tutti gli effetti o, al contrario, rimanere umana. Questo avrà enormi conseguenze su tutti quelli che le stanno intorno.

Dai fumetti alla serie tv

Erano gli anni ’90 (e inizio 2000) quando seguivamo in tv le disavventure di Sabrina, delle sue zie e del gatto parlante Salem in “Sabrina, vita da strega“. Di acqua sotto i ponti ne è passata tanta e quella che era una sitcom che mescolava commedia e fantasy è diventata oggi una serie horror. Ma che caz… Ci siamo persi un passaggio? Sì, solo un paio. Torniamo un momento indietro…

La strega teenager Sabrina Spellman è un personaggio nato tra le pagine dei fumetti Archie Comics nei primi anni ’60. Archie Comics fin dagli anni ’40 pubblicava storie dedicate al personaggio di Archie, un tipico teenager americano. Sabrina era un comprimario che avrebbe dovuto fare una sola apparizione, ma il suo successo fu tale da farla ritornare tantissime volte nei fumetti. Negli anni ’70 fu realizzato un fumetto solo su di lei ed una serie tv animata. Il primo adattamento live fu quello del 1996 (da noi arrivò nel 1998) in cui era Mellissa Joan Hart a dare voce e corpo alla streghetta. La serie si concluse nel 2003 e ne seguì una animata. Poi una nuova serie animata venne prodotta nel 2013 in CGI.

Nel 2014 la Archie Comics ha deciso di effettuare un restyling di molti dei suoi personaggi. Nel 2015 è stata fondata la Archie Horror, una sezione di Archie Comics dedicata ad ambientare tutte le storie di Archie in realtà alternative horror. Tra questi Afterlife wit Archie, ambientato come tutte le storie di Archie a Riverdale (si esatto, quella Riverdale) e Chilling Adventures of Sabrina, che, pur essendo ambientata a Greendale, si trova nello stesso universo di Riverdale. Dopo questa doverosa premessa passiamo alla serie tv.

chilling adventures of sabrina
La Sabrina dei fumetti horror è ben diversa da quella degli anni ’90

Il creatore della serie, Roberto Aguirre-Sacasa, è lo stesso che ha scritto il fumetto

La serie

Come dicevamo, nonostante tutti i personaggi siano identici, vanno dimenticati completamente i toni della serie degli anni ’90. Con Le terrificanti avventure di Sabrina abbiamo di fronte un fanta-horror leggermente blasfemo (praticamente gira tutto intorno alla Chiesa di Satana) che a volte si lascia andare allo splatter e non risparmia dagli spaventi. Sul serio, alcune scene sono davvero inquietanti e gli amanti dell’horror potrebbero davvero apprezzarla. È una sorta di mix tra le atmosfere di Buffy, il gotico farsesco de La famiglia Addams, i teenager di John Hughes (inevitabile il rimando ad un classico come Sixteen Candles e inevitabile comparare Sabrina con la ragazzina acqua e sapone di Molly Ringwald) e la trama di Harry Potter.

Va detto che il mix risulta praticamente perfetto e di questo bisogna ringraziare indubbiamente la convincentissima interpretazione della giovane Kiernan Shipka –  che già si era fatta valere nei panni della figlia di Don Draper nella serie Mad Men – ed il coraggio di Netflix che sceglie di non realizzare la fotocopia di molte altre serie tv teen falsamente horror.

le terrificanti avventure di sabrina chilling adventures of sabrina

Netflix e Aguirre-Sacasa decidono di seguire gli insegnamenti dei film e delle serie citate sopra e di realizzare un prodotto moderno dal grande potenziale, non adatto a tutti i pubblici (è vietato ai minori di 14 anni), ma che in molti saranno curiosi di vedere.

Il potenziale non è sprecato e la storia prende fin dall’inizio

Ci immerge in un mondo diviso a metà tra streghe, stregoni ed esseri umani inconsapevoli (praticamente la versione horror di Harry Potter). In tutto questo Sabrina, che è una mezzo-sangue orfana figlia di uno stregone e di una donna umana, deve “optare” se rimanere umana o diventare una strega completa firmando sul libro di Satana. Il dubbio di questa scelta sta nell’ambiguità della congrega e del suo sacerdote Blackwood, dalla possibile perdita della libertà e dalla necessità, nel caso diventasse strega, di dover abbandonare tutti i suoi amici ed il suo fidanzato.

Questa è sostanzialmente la trama del pilot (che si dipana tra i primi 3 episodi) che riesce ad essere talmente avvincente, e convincente, da far dimenticare la durata di un’ora di ogni singolo episodio. La trama dei 10 episodi della prima stagione de Le terrificanti avventure di Sabrina è principalmente orizzontale, ma non manca un miscuglio di verticalità alla vecchia maniera con trame che non possono non far ricordare Buffy: l’episodio 8 e 9 sembrano citare ad esempio i bellissimi e strazianti episodi 5×16-17 di Buffy in cui moriva la madre dell’ammazzavampiri.

La serie stupisce nella sua capacità di raccontare amore e morte, libertà, bullisimo, sesso, ma soprattutto le ambiguità di qualunque religione senza troppi peli sulla lingua. I personaggi sono azzeccati, a partire dalle zie Hilda (Lucy Davis, Etta Candy in Wonder Woman) e Zelda (Miranda Otto, Èowyn ne Il signore degli anelli), passando per il Sommo Sacerdote Blackwood (Richard Coyle) e l’ambigua Wardwell (Michelle Gomez, la Missy di Doctor Who). Incredibile ma vero, anche gli attori più giovani sorprendono (soprattutto le due amiche di Sabrina, Susie e Rosalind, e la strega Prudence).

Si, c’è anche il gatto Salem 🙂

le terrificanti avventure di sabrina chilling adventures of sabrinaL’opinione

Le terrificanti avventure di Sabrina è una vera sopresa a cui io stesso mi sono avvicinato con timore, ma che ha subito saputo conquistarmi. Il livello rimane sempre ottimo (ma gli alti e bassi ci sono in tutte le serie tv) e anche sul finale ci lascia con il desiderio di continuare. Fortunatamente la seconda stagione dovrebbe arrivare già nella prima metà del 2019.

Consigliato a: chiunque abbia voglia di atmosfere gotiche e abbia nostalgia dei bei teen horror di qualità.

Trailer

Dove recuperarlo?

Se vi è piaciuto guardate anche…

I film di Harry Potter, tutta la serie tv di Buffy – L’ammazzavampiri, La famiglia Addams e i film gotici di Tim Burton: Edward mani di forbice, Nightmare Before Christmas ecc. fino a Miss Peregrine.

Cosa dice la critica:

8,0/10
89%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.5
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.