Per favore, non mordermi sul collo (1967): il conte delle parodie horror

 Per favore, non mordermi sul collo è un film horror/comico diretto e interpretato da Roman Polanski, con protagonisti Jack MacGowranAlfie Bass  Sharon Tate.

La trama di Per favore, non mordermi sul collo

L’anziano e rispettato professor Abronsius e il suo scanzonato apprendista Alfred, si recano in Transilvania per indagare sulla presenza dei vampiri. Si ritroveranno a dover salvare la bellissima Sarah, rapita e portata nel castello del misterioso Conte Von Krollok.

Il film

Avete presente quel film con protagonisti un illustre uomo di scienza e il suo sgangherato assistente? Quello con un’atmosfera gotica, ambientato in un castello. Ma sì dai, dove l’antagonista è uno dei mostri più iconici della letteratura, che però non fa paura, anzi è pieno di gag esilaranti… avete capito no? No, non è Frankenstein Jr, ma è il primo film ad alto budget di Roman Polanski, capostipite di un genere tutto nuovo: la parodia del genere horror.

Gag con velocità aumentata, espressioni al limite del credibile, effetti sonori volutamente esagerati, sono tutti elementi che conosciamo molto bene grazie al film di Mel Brooks, e dobbiamo ringraziare Polanski per questo. Sono numerose le situazioni comiche, i momenti di folle ironia e i tempi comici che sono oro puro. Jack MacGowran è straordinario nell’interpretare lo strambo, vegliardo ma super intellettuale Professor Abronsius. Chiaramente il cervello della coppia, ha rinunciato alla propria cattedra pur di confermare l’esistenza dei vampiri, e vittima delle incompetenze del suo non troppo sveglio assistente.

Per favore, non mordermi sul colloÈ una rappresentazione quasi accademica dei punti classici delle storie sui vampiri

È il regista stesso ad interpretare il goffo aiutante, e lo fa in maniera impeccabile. Non ha molte battute, il suo recitato è più fisico, ma è sufficiente per creare ilarità in ogni scena nella quale è presente. La scena in cui sbircia nella serratura ci regala una delle espressioni più comiche della pellicola. Una menzione speciale va al locandiere Shagal, interpretato da Alfie Bass, che pur essendo un personaggio secondario, è anche quello più divertente. A completare il cast ci pensa la bellissima e giovanissima Sharon Tate, che interpreta Sarah, figlia del locandiere e che farà innamorare Alfred. E non solo nel film, visto che i due si sposarono veramente.

Guardando il film, non si possono non notare le somiglianze tra la coppia Frankenstein/Igor con quella di Abronsius/Alfred. Risulta chiara l’ispirazione che Brooks ha tratto da Polanski, anche per quanto riguarda i dialoghi quasi filosofici tra il professore e Krolock. Se questi dettagli non vi sono sfuggiti, di certo avrete pure notato che il suddetto conte ricorda parecchio il Dracula di Christopher Lee. La pellicola viene infatti considerata una parodia dei film della Hammer, casa di produzione britannica, famosa per aver creato film considerati pietre miliari dell’horror.

Per favore, non mordermi sul colloNel 1997 è stato tratto dal film il musical teatrale Tanz der Vampire

Se è vero che Per favore, non mordermi sul collo è un film con un intento comico, è anche vero che, oltre al lato gotico dettato dalla sceneggiatura e dalla scenografia, il tocco horror viene dato in gran parte anche dalla colonna sonora. Il tema principale nei titoli di testa mette in chiaro il senso di inquietudine, che ci accompagnerà tra uno sketch e l’altro. Sembra quasi che Polanski non abbia voluto scegliere per forza quale lato, se quello comico o quello horror, dovesse prevalere. In contrapposizione con le scene comiche, le musiche creano una situazione surreale al limite del grottesco. Un bilanciamento perfetto, quasi a voler ricordare allo spettatore che, nonostante le risate, è comunque un film dell’orrore.

Un punto forte di questa commedia horror è la fotografia. Le riprese delle Dolomiti in notturna sono da togliere il fiato e contribuiscono a dare quel tocco di gotico e tenebrosità che va ad aggiungersi alla colonna sonora. Se riuscite, consiglio di guardarvelo in bluray perché i paesaggi innevati meritano di essere visti in full hd.

Per favore, non mordermi sul colloNon solo Sharon Tate, ma anche Fiona Lewis dice la sua in quanto a bellezza.

Un’altra cosa interessante di Per favore, non mordermi sul collo, è quella di essere conosciuto con tre nomi diversi. C’è quello originale all’epoca dell’uscita in Gran Bretagna: Dance Of The Vampires (La danza dei vampiri), e ci sono i due nomi con i quali è stato fatto uscire in America: The Fearless Vampire Killers (Gli impavidi ammazza vampiri) Pardon Me, But Your Teeth Are in My Neck (Scusami, ma i tuoi denti sono sul mio collo). Ai tempi, infatti, prima della distribuzione negli USA, il film è stato “spolpato” di varie scene. Ovviamente questi cambiamenti non hanno giovato al successo del film che, solo con la ridistribuzione della versione originale, ha ricevuto i  dovuti apprezzamenti anche oltreoceano.

Per favore, non mordermi sul collo è una commedia forse un po’ datata e probabilmente un po’ troppo lunga, ma è uno di quei film che vanno visti almeno una volta nella vita. Per conoscere le origini di questo genere cinematografico, o per rifarsi gli occhi con una fotografia che non mi sarei mai aspettato. A prescindere dal motivo, sicuramente non mancherete di mostrare i canini dalle risate.

Consigliato a

Tutti gli amanti dei celebri succhiasangue col mantello e a chiunque sia appassionato degli horror e della comicità vecchio stile.
Se volete altri film sui vampiri, in fondo a questo articolo potete trovare una bella lista a tema!

Trailer


Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

7.2/10

67%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.2
Marco

Marco

Un panda batterista travestito da web designer, con la passione per tutto ciò che si può leggere o vedere a schermo, grande o piccolo che sia.