20 sigarette (2010): l’attentato a Nassiriya visto da un sopravvissuto

20 sigarette è un film del 2010 diretto da Aureliano Amadei ed interpretato fra gli altri da Vinicio Marchioni, Carolina Crescentini, Giorgio Colangeli, Orsetta De Rossi, Alberto Basaluzzo.

La trama di 20 sigarette

Nassirya del 12 novembre 2003.  Aureliano, neanche il tempo di finire la 20^ sigaretta, si ritrova nel mezzo dell’attentato alla caserma in Iraq.

Il film

20 sigarette é un film passato in sordina (forse che per ragioni politiche?) che meritava più attenzione nello scenario italiano. Aureliano Amadein è un anarchico, unico civile sopravvissuto alla strage del 2003 che costò la vita a 19 italiani. Prima ha narrato la sua vicenda in un libro, poi l’ha trasformata in questo film. 20 sigarette é un omaggio alle vittime, tutte chiamate con il nome e il cognome e presentate con grande rispetto e umanità. È un discorso sulla responsabilità.

 

“In ogni caso nessun rimorso”

Il film, che parte come una commedia, cambia improvvisamente registro al momento dell’esplosione. La soggettiva per descrivere l’attentato é rara nel cinema italiano e davvero straordinaria.

Il film ha vinto il Premio Controcampo alla Mostra di Venezia 2010 e ha vinto i David di Donatello del 2011 per montaggio, effetti speciali e produzione. Carolina Crescentini ha vinto il Nastro d’argento 2011 come attrice non protagonista. Il film ha vinto un altro Nastro d’argento per la colonna sonora.

Il titolo del film deriva dal fatto che il protagonista stava fumando la ventesima sigaretta nel momento in cui avvenne l’attacco, e soprattutto dal fatto che lui sarebbe la ventesima vittima del sistema dopo 19 vittime.

Consigliato a: chi ama il cinema italiano e le storie vere.

Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

6,6/10
52%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.2
Ayyoub

Ayyoub

Pazzo come Jack in Qualcuno volò sul nido del cuculo, scemo come le battute di Dodgeball, polymetis come Al Pacino ne Il padrino