Patrick Melrose: un uomo “stupefacente”

Il mondo televisivo è oberato di serie composte da miliardi di stagioni e nella maggior parte dei casi si tende ad allungare il minestrone pur di non chiudere (ne avevamo parlato qui). Trovare dei prodotti meritevoli di attenzione diventa sempre più raro, ma per fortuna esistono miniserie come Patrick Melrose.

La trama di Patrick Melrose

Patrick Melrose è un uomo problematico, che affronta la vita a colpi di alcol e droga, a causa della sua infanzia tormentata e dei genitori incapaci di svolgere il loro ruolo.
Dopo l’improvvisa morte del padre, Patrick prova a chiudere un capitolo buio della sua vita, cercando di trovare una stabilità mentale lontano dall’abuso di sostanze.

Patrick Melrose 3

La serie

Conosciamo Patrick l’alcolizzato e il tossicodipendente negli anni Ottanta, quando riceve la chiamata che gli comunica la morte improvvisa del padre. Vola a New York per recuperare la salma e insieme alla sua collera scattano i flashback. Il padre (Hugo Weaving) era un padre padrone, che non esitava ad abusare del figlio di appena nove anni. La madre (Jennifer Jason Leigh), annullata dalla crudeltà del marito, era un’alcolizzata e per il figlio è sempre stata assente.
Ciò che è successo in Francia segna profondamente Patrick, che continua a lottare con i suoi demoni giorno dopo giorno, anche quando tenta di costruirsi una famiglia lontana da quella in cui ha vissuto.

Patrick Melrose 2

Un Cumberbatch da Emmy.

Patrick Melrose è tratta da una serie autobiografica di romanzi di Edward St Aubyn intitolata I Melrose. Edward Berger è il regista di tutti e cinque gli episodi, mentre David Nichols è lo sceneggiatore.

In cinque episodi, Patrick Melrose mostra con estrema accuratezza tutti i dettagli del protagonista allo sbando, angosciato dalla sua stessa esistenza e in fuga dai problemi che lo affliggono. Che sia la droga, l’alcool, o la redenzione, Patrick è sempre alla ricerca di qualcosa in grado di appagarlo completamente.

Il volto di Patrick è quello dell’ormai noto e apprezzatissimo Benedict Cumberbatch. Lo abbiamo visto nei ruoli più disparati e con questo credo abbia conquistato anche i più scettici (a patto che ce ne fossero). Credibile in ogni crisi e ogni smorfia, porta sullo schermo un personaggio “stupefacente” da ogni punto di vista. Già dal primo episodio si può intuire il suo potenziale portato alle stelle e non a caso è nominato agli Emmy. Accanto a lui un cast di tutto rispetto, con Hugo Weaving che spicca nella sua assoluta imponenza di padre dispotico.

Consigliato a: voi che amate le serie di breve durata e i personaggi dalle storie tormentate

Trailer:

Dove recuperarla?

just watch

Cosa dice la critica: 

 8,3/10
 90%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.3
Ilaria

Ilaria

Figlia di quegli anni '90 che hanno partorito le boyband, ma anche Twin Peaks. Cinefila in erba, musicista di giorno e divoratrice di serie tv la notte