Mi chiamo Sam (2001): padre, figlia e The Beatles

mi chiamo sam

Mi chiamo Sam è un film di Jessie Nelson del 2001, interpretato da Sean Penn, Dakota Fanning e Michelle Pfeiffer.

La trama di Mi Chiamo Sam

Un uomo con un ritardo mentale lotta per la custodia della figlia, mentre insegna al proprio avvocato il valore della famiglia.

mi chiamo sam

Il film

Cosa fa di un genitore un bravo genitore? Basta veramente solo l’amore per essere un bravo padre?

A chiunque abbia dei figli è capitato di discutere con loro, di vedere il disappunto nei loro occhi anche dopo averli accontentati in ogni modo. Ci si trova a chiedersi cosa si debba ancora fare per loro, cosa si sia dimenticato di dare.

Con questo dramma famigliare, Nelson prova a dare una propria risposta attraverso Sam, un uomo amato da tutti: dai vicini, dagli amici, dai colleghi di lavoro e persino dai clienti della caffetteria nella quale lavora, ma soprattutto dalla figlia Lucy che, man mano cresce, inizia a rendersi conto delle difficoltà mentali del padre e ad abbassare il proprio livello per non sminuirlo. Questo rapporto genitore-figlio, che man mano si inverte, fa trapelare i primi problemi che finiranno per portare il padre in tribunale.

Nonostante questo, Sam si fa promotore dell’amore incondizionato, dell’innocenza, come solo un bambino può dare. Il suo amore verso Lucy e la sua visione del mondo attraverso gli aneddoti dei Beatles sono le sue armi migliori, da sfoderare contro un sistema che, giustamente, pretende un po’ di più per la gestione di un bambino.

Nonostante alcuni punti siano pieni di retorica e “buonismo”, Mi chiamo Sam è un prodotto che funziona e riesce, seppur con stratagemmi palesi, nel tirarti fuori qualche lacrima. Nel complesso risulta un film dai toni leggeri, che alterna momenti divertenti ad altri più intensi e affronta il tema dell’essere genitori dal punto di vista di un padre con la stessa età mentale della figlia, e forse è questo il punto al quale Nelson vuole arrivare: a volte basterebbe mettersi nei panni dei propri figli, per dargli quello di cui hanno bisogno.

Sam e Lucy (Mi Chiamo Sam)

Mi chiamo Sam è un film che fa riconsiderare le priorità verso i propri figli

I tre protagonisti principali (Sean Penn, Dakota Fanning e Michelle Pfifer) hanno dato una delle migliori interpretazioni delle loro carriere, dando un valore aggiunto al prodotto finale. Dakota in particolare, con questo film, è entrata di prepotenza nel mondo del grande schermo all’età di soli 7 anni, dimostrando le sue grandi capacità attoriali.
Per questo consiglio di vederselo in lingua originale, anche se il doppiaggio italiano ha fatto comunque un buon lavoro.

La mano di Nelson alla regia è sapiente e riesce ad inquadrare molto bene lo stato emotivo e mentale di Sam, mentre una menzione speciale va alla colonna sonora, targata The Beatles, che aiuta a dare movimento al film e a sottolineare, con i testi delle canzoni, le scene importanti.

Consigliato a:

Quelli che voglio un film leggero ma profondo che lasci qualcosa alla fine e agli amanti dei The Beatles.

PS: Se siete in vena di film sul rapporto genitori-figli date un’occhiata a Captain Fantastic.

Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

Mi chiamo Sam (2001): padre, figlia e The Beatles 1 7,6/10
Mi chiamo Sam (2001): padre, figlia e The Beatles 2 35%

Totale
8/10
8/10
  • Trama - 7.5/10
    7.5/10
  • Realizzazione - 8/10
    8/10
  • Impatto - 8.5/10
    8.5/10