La fiamma del peccato (1944): l’eleganza del noir

La fiamma del peccato (Double indemnity) è un classico film noir del 1944, diretto da Billy Wilder (quello di Viale del Tramonto, fra le altre cose), con Barbara Stainwick e Fred MacMurray.

La trama di La fiamma del peccato

In California un agente assicuratore e una ricca donna cercano di pianificare una truffa per liberare lei dal matrimonio insoddisfacente e garantire ad entrambi una vita agiata.

 

Il film

 

Phyllis, la protagonista femminile, è una donna ricca, sposata, annoiata e cinica. Walter, il suo complice, è un agente assicuratore, rispettato da tutti sul lavoro ma capace di atti di egoismo e criminalità.

Dopo il loro incontro a casa della donna per sottoscrivere una copertura assicurativa, i due si scoprono innamorati e pronti a tutto per poter vivere la loro vita insieme e senza doversi più preoccupare dei soldi. Phyllis assicura la vita dell’anziano e avaro marito, con una clausola di pagamento raddoppiato in caso di morte accidentale.

Da qui si svilupperà la loro storia: tentativi di truffa, crimini, piani, fughe, inseguimenti, sono presenti tutti gli ingredienti basi del noir.

 

La fiamma del peccato è poi ricordato anche per i dialoghi veloci e acuti, brillanti durante tutta la pellicola.

Phyllis è una donna che ha capito come far fare agli uomini ciò di cui ha bisogno, e capisce che ciò che Walter necessita è dell’avventura e un po’ di ego: grazie a questa sua capacità di osservazione riesce ad ottenere i suoi risultati, e pure di più. Il che la rende uno dei personaggi classici femminili più interessanti e affascinanti da seguire.

Nonostante i temi e le atmosfere tesi e intensi non mancano comunque i tocchi di leggerezza tipici dei film di Wilder, aiutato dal carisima dei due attori prinicipali che riescono sempre ad infondere una lettura unica del copione.

Perché definirlo un cult?

Probabilmente La fiamma del peccato è uno dei film noir più rappresentativi del genere, uno di quelli che si troverebbero come esempi nel dizionario e che hanno definito le regole del gioco per anni a venire, perfetto anche per chi solitamente “non riesce a vedere film vecchi” perchè “sono noiosi”.

Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

8.3/10

96%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.8
Lisa

Lisa

Le piacciono i film che fanno piangere e le peggiori canzoni pop... in quest'ordine