A Quiet Place – Un Posto tranquillo (2018): l’horror dell’anno?

A Quiet Place – Un posto tranquillo è un film diretto da John Krasinski, con interpreti Emily Blunt e John Krasinski stesso.

La trama di A Quiet Place – Un posto tranquillo

La Terra è stata invasa da una razza di alieni predatori. Ciechi, ma con un udito sensibilissimo, danno la caccia indiscriminata a qualsiasi fonte di rumore. Una famiglia tenta di sopravvivere, nonostante il terrore e la perdita dei propri cari.

A Quiet Place

E poi… fu il silenzio…

“A Quiet Place” è indubbiamente un buon thriller, che riesce e veicolare sia l’attenzione che la tensione con un uso abbastanza guidato delle anticipazioni.

Senza dubbio risulta molto interessante la scelta di costringere i protagonisti al silenzio forzato, pena la loro morte: classico dei film di tensione non far intuire la propria posizione all’inseguitore, rivisitata per l’occasione. In un film dove vengono scambiate pochissime parole, l’interpretazione degli attori in aggiunta al comparto audio e visivo devono essere perfetti.

Dal punto di vista uditivo c’è da dire che il risultato in sala è sicuramente riuscito. Essere completamente avvolti dal silenzio o dai rumori a rafforzare la suspence rende l’esperienza particolarmente viva, d’altro canto, purtroppo, dubito sia altrettanto coinvolgente guardarlo in televisione o dal pc (e men che meno se intramezzato dalla pubblicità…).

Le immagini, la regia e i movimenti di camera sono in generale buoni, ma niente di eccezionale. In aggiunta si è preferito scegliere di non mostrare mai troppo le creature (se non nelle fasi finali), sicuramente con l’intento di giocare con l’immaginazione e la paura dell’ignoto, ma anche per motivi di budget. Il risultato però è estremamente convincente.

La coppia Emily Blunt e John Krasinski sono sicuramente una delle forze del film, per quel che riguarda gli interpreti, soprattutto nei momenti più drammatici e di maggior tensione. Risultato non altrettanto convincente per i ragazzi.

“Il risultato di ‘A Quiet Place’ è estremamente convincente”

A Quiet Place

Il film in generale è un buon prodotto, scandito bene e con un ottimo ritmo. Pecca sicuramente in ambito sceneggiatura, ma nonostante la concatenazione di eventi e la mancanza di veri colpi di scena, sfrutta a dovere ogni immagine e ogni situazione. Bene o male, lo spettatore sa già tutto in anticipo, ma, al contrario di altri prodotti di intrattenimento (e a volte con budget centinaia di volte superiori), il film non annoia. E questo è un fattore da non sottovalutare.

Consigliato…

se avete modo di vederlo in sala o se vi piacciono i film da tensione palpabile.

Sconsigliato…

se trovate paurosi i film “horror” moderni.

Trailer:

Cosa dice la critica:

8,1/10
95% – 86%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.7
Sending
Il tuo voto 0 (0 voti)
Lorenzo

Lorenzo

Cresciuto come tanti bambini degli anni '90 a pane e film di Bud Spencer, da sempre ama il cinema in tutte le sue forme. Programmatore di giorno e videoamatore a tempo perso, negli ultimi anni ha iniziato a detestare il cinema Americano da Blockbuster (salvo sporadiche eccezioni) e ad apprezzare i decisamente poco blasonati film orientali moderni. È finito che non ha più amici da invitare a casa per un film: preferiscono drogarsi.