Lady Bird (2017): recensione del film candidato a 5 premi Oscar

Lady Bird è un film del 2018 diretto da Greta Gerwig, con protagonista Saoirse Ronan.

La trama di Lady Bird

Christine McPherson è una studentessa di Sacramento all’ultimo anno di liceo. Si fa chiamare da tutti Lady Bird. La seguiremo nel suo anno scolastico, tra la scelta del college, i litigi con la mamma, le prime esperienze sessuali e la voglia di essere diversa dal resto delle sue coetanee.

lady bird

Il film

Lady Bird è la classica commedia coming of age descrive la maturazione della protagonista da adolescente ad adulta. Il film è senza dubbio piacevole e scorre via leggero diretto con mano invisibile da Greta Gerwig.

Proprio questo è il problema principale. In questo tipo di film la cosa più importante è l’empatia che si deve creare con il personaggio. Ed in questo caso manca. Il film termina e non abbiamo mai ben capito le motivazioni di Lady Bird, quello che la spinge ad agire, che cosa cerca.

Meritata la candidatura di Laurie Metcalf, che interpreta la madre di Lady Bird

Davanti alle immagini del film si ha una sensazione di dejà-vu. Le stesse cose le abbiamo visto in film come Adventureland, Easy Girl, Noi Siamo Infinito Juno. In tutti questi casi il tema ed i personaggi sono trattati molto meglio.

Abbastanza incomprensibile è poi la scelta di ambientare il film durante l’inizio della guerra in Iraq. I telegiornali fanno spesso da sfondo alle scene del film senza aggiungere veramente niente.

E’ un peccato perché la Gerwig appunto sa dirigere bene e in passato ha anche scritto bene (Mistress America sceneggiato da lei, sempre sullo stesso tema è nettamente superiore), ma in questo caso non centra l’obiettivo.

Deludente la prova di Saoirse Ronan, palesemente più grande dei suoi compagni al liceo, sembra sempre non pienamente nella parte. Abbastanza incomprensibile la sua candidatura.

lady bird

Invece veramente meritata la candidatura di Laurie Metcalf, che interpreta la madre di Lady Bird, l’unico personaggio riuscito del film.

La Gerwig sa dirigere e scrivere bene ma in questo caso non centra l’obiettivo

La fortuna di Lady Bird sta nel fatto di essere uscito nel momento storico giusto, in cui il tema femminista è fortemente alla ribalta. Se fosse uscito un paio d’anni fa sarebbe stato etichettato per quello che è: una discreta commedia amara senza particolari pregi.

Trailer:

Cosa dice la critica:

imdb 7,7/10

rotten tomatoes98%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
5.3
Sending
Il tuo voto 0 (0 voti)
Andrea Croce

Andrea Croce

Dopo aver visto da bambino al cinema L’ultimo dei Mohicani non ho più smesso di vedere film. Ho cambiato molti lavori, vissuto all’estero ma la dipendenza da grande schermo non mi è mai passata.