The End of the Tour (2015) [Acchiappa sto film]

The End of the Tour è un film del 2015 diretto da James Ponsoldt ed interpretato da Jason Segel (How I Met Your Mother)  e Jesse Eisenberg (The Social Network).

La trama di The End of the Tour

Il film è tratto da una storia realmente accaduta. David Foster Wallace, scrittore divenuto icona mondiale, sta promuovendo il suo celebre romanzo Infinite Jest. Lo raggiunge un giornalista della rivista Rolling Stone, desideroso di poter conoscere lo scrittore che a fine anni ’90 era considerato una “rockstar” della letteratura.

Il film

Se amate i dialoghi botta e risposta, The End of The Tour fa per voi. David Foster Wallace era un chiacchierone, ed il giornalista inviato da Rolling Stone doveva farlo parlare il più possibile. Si tratta di uno di quei film rischiosi che si trovano in mano la storia di un personaggio realmente esistito, famoso, apprezzato e morto suicida. Una cosa da manuale, purtroppo. Una delle cose positive è che non dovete necessariamente aver letto qualcosa di Wallace per sentirvi coinvolti nella vicenda.

Lui era già di per sé un personaggio. Portava sempre una bandana, aveva una serie di personalissime ed eccentriche espressioni; coincideva insomma con lo stereotipo del “genio-folle”. Quello che diceva, però, era tutt’altro che folle o scontato. Il film ci fa entrare in casa sua, nell’università in cui insegna, ma soprattutto tenta di farci entrare nella sua mente.

The End Of The Tour

Un antidoto contro la solitudine

C’è tanta fragilità nel personaggio interpretato da Jason Segel, ma anche tanta voglia di raccontarla. In quegli anni si era ormai alla deriva del “sogno americano”. Quello che ne rimaneva era una netta separazione sociale tra chi si sentiva onnipotente e chi invece perennemente insoddisfatto.

L’America ha un po’ un senso di colpa per tutte le sue stelle cadute, forse un po’ oppresse da quell’ideale preconfezionato. David Foster Wallace era probabilmente una di quelle, e lo erano anche i personaggi dei suoi libri.

The End Of The Tour

La storia raccontata è tratta dal libro che il giornalista scrisse dopo la morte di Wallace.

Il film è delicato, ma appassionante. Noi spettatori diventiamo una terza presenza silenziosa, accanto a David Lipsky e David Foster Wallace.

Consigliato a: chi ama conoscere gli artisti, oltre le loro opere

Trailer:

Dove recuperarlo?

just watch

Cosa dice la critica:

7,3/10
 91%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.3
Sending
Il tuo voto 0 (0 voti)
Jacopo

Jacopo

Amante della filosofia e del cinema. Specialmente dei drammi in cui nascondi il singhiozzo ma poi ti esce col rinculo e si sente il doppio. Registi preferiti: Alexander Payne, Wes Anderson e Noah Baumbach. Film preferito: Will Hunting.