Nightmare Before Christmas (1993) [ClassiCult]

Nightmare Before Christmas è un film del 1993, realizzato in stop-motion.
Spesso erroneamente attribuito a Tim Burton, Nightmare Before Christmas è un film diretto da Henry Selick (suoi anche James e la Pesca Gigante e Coraline e la Porta Magica). Diventato presto e di diritto uno dei film più iconici dell’immaginario gotico e dark degli anni novanta, è anche un cult indiscusso sia che si tratti di Halloween o di Natale.
Seppur ampiamente apprezzato già all’uscita nel 1993, il film divenne il fenomeno che oggi conosciamo grazie all’edizione in DVD del 2003 per festeggiare i dieci anni dall’uscita.

Di cosa parla Nigthmare Before Christmas…

Jack Skeleton, del Paese di Halloween, scopre la Città del Natale, dove tutto è bianco e dove, a Natale, Babbo Nachele distribuisce doni ai bambini buoni di tutto il mondo. Jack decide di sostituirsi a Babbo Nachele e di realizzare un gioioso e “terrificante” Natale.

Il film

Sarebbe per me impossibile scrivere un articolo completo su tutto ciò che riguarda il film. Non solo ha ricevuto più di una riedizione, con diverse interviste e dietro le quinte, ma anche la storia della produzione è lunga e sfaccettata. Fosse stato per la Disney il film non avrebbe mai visto la luce o almeno, sarebbe pesantemente modificato. La fortuna del film la dobbiamo all’immaginario cupo, gotico e grottesco i Tim Burton e alla fermezza del regista di rimanere fedele al concept sviluppato con gli artisti.
Ma il film non è diventato il fenomeno che è oggi solo grazie a due teste dure.

“La storia di Nightmare Before Christmas è originale, fantastica e nonostante l’aspetto e i toni cupi, riesce a essere gioiosa ed emozionante”

I personaggi di Nightmare Before Christmas, seppur ispirati al folklore e l’immaginario fantastico, sono originali nella forma e nei modi, e riescono a rappresentare la diversità di una città, ognuno con i suoi tratti distintivi, pregi e difetti. Il film spazia da momenti introspettivi, drammatici, ma anche estremamente umoristici, dove le gag non sono fuori luogo o per smorzare una situazione tesa e i tempi comici sono perfetti.

E seppur esista marginalmente un antagonista fisico, il vero antagonista, a conti fatti e a storia conclusa, si cela in “noi”.
“Noi” stessi quando non diamo freno ai propri capricci, diventato ostinati e pericolosi, rischiando di perdere tutto ciò che già abbiamo.

nightmare before christmas

Nel film si parla di trovare se stessi e il proprio posto nel mondo, ma anche di quanto sia importante riconoscere il valore che ha ciò che si possiede. Inoltre, un leader può avere idee grandiose ed essere in grado di motivare e coinvolgere la schiera di suoi seguaci, ma un grande leader è anche in grado di ammettere il fallimento ed ha la forza di ergersi più forte di prima e di mettere a posto tutto.
Nel film troviamo anche del tenero e del drammatico: dall’amore non corrisposto perché accecati dal proprio ego, alle creature di Halloween che tentano di tutto per sfuggire alla loro cupa etichetta. E nel film si riscopre il vero senso del natale, ovvero non nei regali, ma nella famiglia e nello stare insieme, in mezzo a quelle persone che per noi contano e viceversa.

Il tutto condensato in 76 minuti di film  accompagnati da una colonna sonora pazzesca, che riesce a fondersi con l’ambiente ed imprimere forza e ulteriore spessore ai personaggi. Un particolare merito va al doppiaggio italiano, che ha ci ha permesso di avere delle interpretazioni canore di tutto rispetto, con la partecipazione di Renato “Jack Skeleton” Zero che domina su tutto!

L’opinione

Nightmare Before Christmas è un film caleidoscopico e adatto a tutti. Impossibile non averlo visto se siete nati o cresciuti negli anni ‘90 o duemila. Per tutti gli altri, da recuperare se per qualche motivo non siete ancora riusciti a prendervi quella “ora e mezza” scarsa.

Molti film recenti d’animazione e non, durano di più e non valgono nulla.

“Ogni minuto di Nightmare Before Christmas è oro puro

Consigliato e basta!

Sconsigliato…? Non esiste!

Trailer:

Dove trovarlo:

just watch

Cosa dice la critica:

8,0/10
95% – 91%

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
9.7
Sending
Il tuo voto 10 (1 voto)
Lorenzo

Lorenzo

Cresciuto come tanti bambini degli anni '90 a pane e film di Bud Spencer, da sempre ama il cinema in tutte le sue forme. Programmatore di giorno e videoamatore a tempo perso, negli ultimi anni ha iniziato a detestare il cinema Americano da Blockbuster (salvo sporadiche eccezioni) e ad apprezzare i decisamente poco blasonati film orientali moderni. È finito che non ha più amici da invitare a casa per un film: preferiscono drogarsi.