I 10 migliori film di invasioni e rapimenti alieni

C’erano una volta gli anni ’90, anni di cospirazione, di conti alla rovescia, di ufo, di David Duchovny, di distruzioni di massa e di invasioni e rapimenti alieni. Un periodo che è durato fino ai dintorni del 2012 con l’ennesimo conto alla rovescia fallito, quello dei Maya.

Un periodo di grazia per film di genere alieni, rapimenti e invasioni, che traeva spunto dai decenni precedenti, ma che a differenza dei magnifici ’90 non erano così fantasiosi e in parte spiritosi.
Per questa ragione, chiedo scusa, nell’elenco dei film su invasioni e rapimenti alieni, non inserirò pellicole che sicuramente meriterebbero maggiore attenzione, su tutti l’”Ultimatum alla terra” del 1951 di Robert Wise, stracitato in ogni dove, ma anche il pilastro di Spielberg “Incontri ravvicinati del terzo tipo” del 1977 e quello che a mio avviso è il miglior film del genere: La guerra dei mondi del 1953 di Byron Haskyn, tratto dall’omonimo romanzo capolavoro di Wells.

Anche l’invasione degli ultracorpi (1956) è da vedere, molto curato e ben recitato.

Aimè non inserisco neppure X-Files fight the future del 1998, perché alla fine Mulder e Scully aspettano aspettano ma gli alieni non arrivano..

Concentrerò quindi questa classifica su quelli che a mio avviso sono i migliori film del genere in quegli anni che maggiormente gli hanno sentiti, desiderati e temuti: gli anni ’90 e 2000.
Ecco ho detto tutto, ho chiesto scusa, ora partiamo. La nostra top 10 riguardo invasioni e rapimenti alieni.

PS: se vi piacciono le classifiche, guardatevi anche la nostra “15 scene di film ispirate a dei quadri“.

Max

Max

Vivere in un epoca dove i mestieri migliori (archeologo alla Schliemann, filosofo di corte e famoso pirata), non ci sono più, in favore di ben pagate noie, non ci resta altro che sognare. Socrate ed Erodoto ci insegnano che un ottimo metodo sta nel viaggiare, ridere e nutrire l'anima. Il cinema in parte risponde a tutte e tre le necessità in un mix travolgente che sa unire storie, sensazioni, colori ed illusioni in maniera assolutamente dirompente. Penso alla spacconeria negli occhi di Clint, al nichilismo di Allen, alle provocazioni di von Trier ed all'incanto dell'anima di Troisi.