Wonder Woman: la ribalta dei film DC

Con il film Wonder Woman di Patty Jenkins la DC Comics porta finalmente una speranza per il futuro della Justice League.

In Wonder Woman la giovane Diana ha vissuto tutta la sua vita su di un’isola idilliaca nascosta dal mondo. Durante la Prima guerra mondiale un soldato inglese precipita sull’isola e stimola la curiosità di Diana che decide di imbarcarsi in un’avventura per portare a conclusione la guerra.

C’erano dubbi e malumore per il destino dell’universo cinematografico Dc. L’uomo d’acciaio non aveva particolarmente entusiasmato i fan di Superman. Batman vs. Superman aveva diviso pubblico e critica. Era forse giunta l’ora di riconsiderare i modelli da seguire? Probabile. E mentre c’è attesa per il film sulla Justice League, e molta paura oserei dire, ecco un film dedicato alla supereroina piú famosa di sempre, Wonder Woman.

Con Wonder Woman i film Dc fanno centro

Ci sono voluti molti anni per vedere finalmente un film dedicato all’amazzone dei fumetti e c’è da dire che l’attesa è stata ripagata. Wonder Woman si pone come un’origin story sfuggendo dalla classicità. Diana conosce già i suoi poteri e le sue abilità, l’unica cosa che non conosce è il suo reale destino. Il film abbandona quell’aura dark che contraddistingueva i capitoli di Batman e Superman. C’è la giusta ironia e per certi versi (trama, struttura e ambientazione) ricorda il primo Captain America.

film wonder woman

Nonostante un pizzico di leggerezza in più, Wonder Woman non scopiazza lo stile Marvel e trova invece un buon equilibrio. Il film è molto meno cupo dei precedenti capitoli Dc, pur seguendone gli stili soprattutto nella fotografia. Anche la sceneggiatura è superiore. Evita la complessità di Batman vs. Superman e l’epicità de L’uomo d’acciaio, trovando un giusto compromesso. Anche sui dialoghi c’è stato un po’ di lavoro in più. Non gridiamo al capolavoro, ma Wonder Woman è davvero quello che ci voleva nell’ambito dei film Dc Comics.

L’interpretazione di Gal Gadot è ottima e riesce a rendere bene l’ingenuità, la forza e il senso di responsabilità della supereroina. Il carisma della Gadot è trascinante e crea un’atmosfera emozionale positiva per il film. Insomma, è proprio una bella figliola oltre ad essere brava!

Il film Wonder Woman dosa bene leggerezza e serietà, trovando uno stile ideale

Bene anche per il personaggio di Chris Pine, mentre il cattivo di Danny Huston purtroppo non lascia il segno.

film wonder woman

La regia di Patty Jenkins è più convenzionale di quella di Zac Snyder. Questo aiuta il film a trovare una dimensione tutta sua. C’è meno ricerca di troppi virtuosismi, meno caos e più vicinanza con le esigenze di un pubblico più vasto. Va però detto che la scelta di situare i combattimenti finali durante la notte danneggia il film. Così come per Batman vs. Superman risulta tutto più caotico e dopo un po’ ci si limita ad osservare passivamente ciò che accade sullo schermo.

C’era chi si lamentava che la critica americana aveva surclassato i precedenti capitoli perchè pagata dalla Disney. Questo film è la dimostrazione che basta fare un bel film per farsi apprezzare. Resta il fatto che con Wonder Woman la Warner Bros ha fatto centro. Speriamo che se ne prenda atto per i prossimi capitoli dell’universo DC.

 

Consigliato a: gli amanti dei cinecomic e dei film d’azione e avventura.

Trailer:

Cosa dice la critica:

IMDb: 8,0/10
Rotten Tomatoes: 92%

 

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
7.8
Sending
Il tuo voto 0 (0 voti)
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.