ClassiCult: Palle al balzo – Dodgeball (2004)

Scommetto che vi state domandando “Ma non è troppo demenziale Palle al balzo – Dodgeball da inserirlo come ClassiCult?”.

Non lo neghiamo. È vero, ma c’è da dire che questo film è un ottimo esempio di commedia demenziale e sintetizza abbastanza bene il genere alla “Scuola di Polizia“. Allo stesso tempo è un omaggio ai film sportivi dei anni ’80 come Colpo Vincente o Major League, dove le squadre contro ogni pronostico vincono le competizione.

” La tua palestra è un mucchio di escrementi sulle mutande della società”

White Goodman, interpretato da un favoloso Ben Stiller (candidato come peggior attore ai Razzie Awards del 2004), di buono ha solo il nome. È un ricco, stupido, stronzo proprietario di una catena di palestre di fitness. Nel medesimo distretto si trova la Pinco Pallino Joe che in originale è “Average Joe”, una piccola palestra dove si allenano alcuni inetti. La palestra è diretta Peter LaFleur, un uomo disordinato che non paga l’affitto, ma è affezionato ai suoi clienti. Per salvare la piccola palestra dalla bancarotta, Peter e i suoi clienti decidono di partecipare ad un torneo di dodgeball per vincere il montepremi di 50.000 dollari.

“Schiva, piega, scansa, tuffati e schiva”

Queste le cinque regole del dodgeball, che poi sarebbe la variante agonistica della nostra “palla avvelenata”. Un po’ più violenta forse. È uno sport che andava di moda negli anni ’50 in Nord America. Da noi non è mai stato molto giocato, ma è tornato in auge grazie a questo film.

 “Ma ricordati che il dodgeball è uno sport di violenza, esclusione e degradazione quindi quando scegli i giocatori nella classe di ginnastica ricordati di scegliere i ragazzi più grossi e più forti per la tua squadra, così potete mettervi tutti insieme contro i più deboli”

La squadra di Palle al balzo è composta da sinistra a destra: da due impiegati, Owen e Dwight; da Gordon, esperto di sport sconosciuti ma sottomesso a sua moglie che lo tradisce; da Justin, un liceale che sognava di entrare nella squadra di cheerleader, ma viene deriso dai compagni di liceo; da Steve, convinto di essere un pirata; infine c’è anche una ragazza nella squadra, Kate, ex giocatrice di softball.

“Risparmiami, lo avevo vinto io quel trofeo… Chuck Norris del cazzo!”

Il film ha sicuramente una trama banale, sulla falsa riga dei tanti lavori del gruppo di Ben Stiller (che normalmente coinvolgono Vince Vaughn, Owen Wilson e Will Ferrell), ma è pieno di scene spassosissime che lo hanno reso nel tempo, a suo modo, unico. Un passaparola lo ha fatto diventare pian piano un piccolo cult del suo genere.

Tra le tante scene di Palle al balzo – Dodgeball da ricordare ci sono sicuramente: Chuck Norris con il pollicione alzato, David Hasselhof che rimprovera la squadra tedesca dopo una sconfitta e infine il lancio di chiavi inglesi durante l’allenamento.

Consigliato a:

Un po’ a tutti gli amanti del genere. A chi vuole passare una serata spensierata. Magari meno consigliato ai bambini troppo piccoli per le troppe volgarità.

Trailer:

Dove recuperarlo:

In abbonamento: TimVision

Acquisto/Noleggio: DVD, BD, Google Play Store, Chili, Apple iTunes, Microsoft Store, Playstation Store

Cosa dice la critica:

IMDb: 6,7/10
Rotten Tomatoes: 70%

 

  • Trama
  • Realizzazione
  • Impatto
8.0
Sending
Il tuo voto 0 (0 voti)
Ayyoub

Ayyoub

Pazzo come Jack in Qualcuno volò sul nido del cuculo, scemo come le battute di Dodgeball, polymetis come Al Pacino ne Il padrino