Agosto 15, 2020

Il Cineglossario #1: CGI, fotografia, climax, blockbuster e quarta parete

climax quarta parete cgi blockbuster fotografia

Quarta parete

Il termine “quarta parete” deriva dal teatro e si intende come quella sorta di muro immaginario che separa il palco e gli attori dal pubblico (prendendo come tre pareti quelle laterali del palco e il fondo). Nel cinema la quarta parete è quindi lo schermo che divide il pubblico dal film.

L’equilibrio che permette al pubblico di godere di un film si regge in maniera molto delicata su un comune accordo chiamato “sospensione dell’incredulità“. In pratica all’inizio di un film lo spettatore sa che sta guardando un’opera di finzione (di fiction), ma decide di stare al gioco. L’equilibrio è delicato perchè un film può superare, consapevolmente o inconsapevolmente, i limiti posti. Per intenderci, se sto guardando un biopic (un film biografico) su Al Capone accetterò qualche situazione romanzata, ma non accetterò un’astronave aliena che compare in scena improvvisamente.

climax quarta parete cgi blockbuster fotografia

La quarta parete viene invece utilzzata spesso per giocare in modo consapevole con lo spettatore interagendo con esso attraverso ammiccamenti. Questo fenomeno si chiama “rottura della quarta parete”. Lo avrete visto sicuramente almeno una volta nella vostra vita. Celebri sono per esempio le scenette dei Looney Tunes in cui Bugs Bunny o Wille E. Coyote guardano verso di noi. Recentemente si è fatto largo uso di questo meccanismo in una serie celebre come House of Cards, in cui il protagonista racconta al pubblico i suoi pensieri o i suoi propositi. Altri esempi famosi possono essere Fight Club, con Edward Norton che ci racconta determinati passaggi o Io e Annie, con Woody Allen che esce daa una fila per parlarci e tirare dentro altri personaggi.

Ecco alcuni dei più celebri momenti cinematografici di rottura della quarta parete:

(Continua nella prossima pagina…)