La settimana in TV: un film per ogni giorno (13.03-19.03)

Il tuo lettore DVD non funiona? Non hai voglia di cercare qualcosa in streaming? Internet ti ha abbandonato? Spulciando i vari canali abbiamo trovato un buon film per ogni giorno di questa settimana. Ecco le nostre 7 proposte per te:


American Sniper (2014)


Lunedì 13 marzo 2017 – Ore 21.10
Durata: 2h13min

Trama

Film biografico incentrato sulle gesta di Chris Kyle, il più letale cecchino nella storia dei Navy SEAL.

Consigliato perché?

Una buona regia di Clint Eastwood, che sottolinea l’impatto psicologico della guerra, sia nel compimento che al termine. Bradley Cooper impersona con maestria un cecchino costretto in scelte di peso etico, le cui conseguenze ricadranno sulla personalità del personaggio. Nel 2015 il film ha vinto il premio Oscar per il Miglior montaggio sonoro.


Dracula di Bram Stoker (1992)


Martedì 14 marzo 2017 – Ore 21.05
Durata: 2h2min

Trama

L’avvocato Jonathan Harker viaggia fino in Transilvania per concludere un affare con un cliente facoltoso, il Conte Dracula. Quest’ultimo, però, si rivela essere uno spietato vampiro il cui scopo è quello di raggiungere Londra e mietere nuove vittime. Giunto sul posto, incontra Mina, la fidanzata di Jonathan, nella quale riconosce la reincarnazione della sua antica amata.

Consigliato perché?

La pellicola, diretta da Francis Ford Coppola, vanta di tre premi Oscar (costumi, trucco e montaggio sonoro). Da sottolineare un’ottima interpretazione di Gary Oldman nei panni del conte Dracula, nonché una minuziosa cura nella realizzazione della scenografia.


The Descent – Discesa nelle tenebre (2005)


Mercoledì 15 marzo 2017 – Ore 22.45
Durata: 1h39min

Trama

Sei amiche si ritrovano per la consueta avventura annuale: un viaggio nelle viscere della terra. Intrappolate nella cava da esplorare, scoprono con orrore di essere inseguite da creature umanoidi abituate a vivere al buio.

Consigliato perché?

L’originalità, nei film horror, è un ago in un pagliaio di cliché. The Descent non è purtroppo uno di questi casi, eppure compensa con una tecnica mozzafiato, claustrofobica e d’impatto. Una spanna al di sopra delle pellicole mediocri e due spanne al di sotto del capolavoro: in altre parole, vi renderà comunque il sonno difficile.

the descent


Die Hard – Duri a morire (1995)


Giovedì 16 marzo 2017 – Ore 21.15
Durata: 2h 11min

Trama

Il poliziotto John McClane viene richiamato in servizio per ostacolare i piani di un terrorista che sta preparando degli attentati a New York.

Consigliato perché?

Non il miglior Die Hard, ma sicuramente il più divertente e movimentato. Inoltre la coppia Bruce Willis-Samuel L. Jackson funziona davvero ottimamente e Jeremy Irons è un grande cattivo. Alcune sequenze sono cult.

die hard


 Quartet (2012)


Venerdì 17 marzo 2017 – Ore 21.20
Durata: 1h38min

Trama

In una casa di riposo per musicisti viene realizzato un concerto per evitare la chiusura. Nel quartetto di cantanti però l’equilibrio si rompe e bisognerà ritrovare il modo per riassemblarli.

Consigliato perché?

Una storia d’amicizia e musica senza tempo con un cast favoloso a partire da Maggie Smith. Diretto da Dustin Hoffman alla sua prima regia.

 

quartet


La guerra dei Roses (2010)


Sabato 18 marzo 2017 – Ore 21.30
Durata: 1h57min

Trama

Un avvocato racconta al cliente la storia di una coppia. Marito e moglie all’inizio erano felicissimi, ma in seguito iniziarono i conflitti.

Consigliato perché?

Una black comedy che rimane tutt’ora forse il miglior film diretto da Danny DeVito. Praticamente un Mr & Mrs Smith senza spionaggio con Michael Douglas e Kathleen Kennedy in stato di grazia (e al terzo film insieme dopo la doppietta de All’inseguimento della pietra verde).

 

la guerra dei roses


Gravity (2013)


Domenica 19 marzo 2017 – Ore 21.00
Durata: 1h32min

Trama

Due astronauti stanno riparando una stazione orbitale. Improvvisamente qualcosa va storto e si ritroveranno a lottare contro il tempo e gli eventi per ritornare sulla terra

Consigliato perché?

Da qualcuno considerato sopravvalutato, da qualcuno un capolavoro. Gravity prende la classica storia di sopravvivenza condita di un’incredibile sequenza di catastrofi, ma lo fa in una maniera eccellente, fondendo arte e tecnica e portandole oltre il limite. È uno spettacolo per gli occhi e un trionfo della tensione.

 

gravity

Rosario

Rosario

Emigrato dalla Calabria all'età di due anni, ha lasciato alle spalle la campagna trasferendosi in città. Dovendosi adattare alla nuova lingua, trova nel cinema un mezzo per condividere gusti e opinioni. Predilige fin da giovane il genere horror, trascorrendo interi pomeriggi a terrorizzare il fratello minore. Oggi studia psicologia.