Luglio 12, 2020

Taboo: uno sguardo alla miniserie con Tom Hardy

Taboo: uno sguardo alla miniserie con Tom Hardy 1
Taboo: uno sguardo alla miniserie con Tom Hardy 2
Uscita: 7 gennaio 2017
Puntate: 8
Stagioni: unica
Rete: BBC
Autori: Tom Hardy, Steven Knight, Edward “Chips” Hardy
Attori: Tom Hardy, Oona Chaplin, Jonathan Pryce, Michael Kelly, David Hayman
Londra, 1814. James Delaney torna a casa, creduto morto in Africa, giusto in tempo per il funerale del padre. Quest’ultimo, imprenditore finito in disgrazia, lascia in eredità un territorio nel nord-ovest degli Stati Uniti che potrebbe essere oggetto di contesa con il Regno Unito per la posizione strategica di sbocco verso la Cina.
James arriverà giusto in tempo per reclamare i suoi diritti sul terreno, distruggendo i piani della sorella e del cognato, ma anche della potentissima Compagnia delle Indie Orientali. Oltre a questo tenterà anche di far luce sulla morte del padre, avvenuta in circostanze poco chiare.

 

Miniserie in 8 episodi molto attesa, Taboo getta subito l’amo rivelando le interessanti linee narrative che si presuppone verranno seguite nell’arco della stagione: una sorella e un cognato che si sentono defraudati dell’eredità, una multinazionale prepotente e senza scrupoli, un protagonista dal passato misterioso e una morte sospetta.
Al di là della trama intrigante, la forza della serie, da quel che si intravede nel pilot, sta sicuramente in una accurata ricostruzione storica di un periodo raramente affrontato al cinema e in tv. Il Regno Unito è nuovamente in guerra con gli Stati Uniti, da una parte, e con la Francia di Napoleone dall’altra. Entrambe le guerre sono però al capolinea e con gli Stati Uniti sta per essere firmato il trattato di Gand che segnerà la pace definitiva tra le due potenze, garantendo al Regno Unito il possesso del Canada. Nel 1815 a Waterloo verrà inoltre concluso anche il conflitto con la Francia napoleonica, mentre sempre il Regno Unito, dopo aver da pochi anni abolito la schiavitù, si sta facendo portatore dell’istanza verso gli altri Paesi.
Per quanto riguarda la Compagnia delle Indie Orientali, altra grande protagonista della serie, dopo anni di dominio incontrastato in tutto il sud-est asiatico, ha da poco subito un enorme ridimensionamento e ha perso il monopolio commerciale. Rimane però in prima linea per il commercio del tè dalla Cina e si capisce quale possa essere l’importanza di un nuovo sbocco più economico.

 

Taboo: uno sguardo alla miniserie con Tom Hardy 3
Queste premesse storiche servono alla serie per innestare la storia di un uomo, James Delaney, del cui passato apprendiamo un poco alla volta, che convive con alcuni fantasmi e non è di certo un damerino. Rude uomo di mondo, James è un avventuriero che ha lavorato per la Compagnia in Africa e che pare essere il frutto del rapporto tra suo padre e un’indiana americana. Non nasconde il suo lato selvaggio e non si lascia intimorire da nessuno. In questo vale moltissimo l’interpretazione di Tom Hardy (esperto di personaggi bruti come abbiamo già visto in Bronson e in Dark Knight Rises). Contro di lui un comprimario di tutto rispetto come Jonathan Pryce (Brazil, Pirati dei Caraibi, e in tv già in Game of Thrones) e Oona Chaplin (sempre in Game of Thrones, ma anche in Black Mirror). Il tutto è arricchito dalla splendida fotografia di Mark Patten, che viene dalle file di Ridley Scott (e Scott co-produce la serie), e da una solida regia, anche se il ritmo abbastanza pacato potrebbe far risultare un po’ pesante l’episodio iniziale.



Consigli per la prosecuzione:


PRO: affascinante contesto storico, trama intrigante, grandi interpreti, confezione egregia, unica stagione.


CONTRO: progressione un po’ lenta, eccesso di linee narrative.


Voto al pilot: 7,9

Totale
7.9/10
7.9/10
  • Trama - 7.9/10
    7.9/10
  • Realizzazione - 7.9/10
    7.9/10
  • Impatto - 7.9/10
    7.9/10