Elvis & Nixon: recensione del film su un incontro stranamente vero

Nel 1970 il Re del rock Elvis Presley si mette in testa di voler essere nominato agente segreto dal presidente Nixon. Tenterà in tutti i modi di avere un incontro.
Ispirandosi ad una situazione reale, Elvis & Nixon coglie al balzo l’opportunità di affrontare, con la leggerezza di una commedia, un incontro storico che avvenne nel 1970 alla Casa Bianca.
Il film segue principalmente Elvis Presley che da Graceland si imbarca per questa “missione impossibile” e cede a Michael Shannon (che lo interpreta in modo egregio, pur lontano fisicamente dal Re) la grande responsabilità di portare avanti la trama fino all’incontro finale (che occupa grosso modo gli ultimi 20 minuti). Kevin Spacey è un ottimo Nixon, ma a parte alcuni momenti sparsi, il senso della sua presenza è ridotto appunto all’ultima parte del film.
C’è da dire inoltre che anche tutto il cast di contorno è scelto bene: da Alex Pettyfer (Magic Mike) come miglior amico di Elvis a Johnny Knoxville (Jackass) nel ruolo degli amici di Elvis, e da Evan Peters (X-Men: Giorni di un futuro passato, e in tv American Horror Story) a Colin Hanks (in tv Dexter e Fargo) nel ruolo dei segretari di Nixon.
Purtroppo in tutto questo gioca un pessimo ruolo la sceneggiatura. Priva di idee originali costruisce una serie di situazioni/siparietti giocando tutto sulla reazione che la gente ha davanti a Elvis che va in giro come un comune mortale. A questo si aggiunge la mancanza di una reale motivazione dello stesso Elvis, che sembra semplicemente un re (!) annoiato che visita il suo regno.
Sarebbe stata utile una premessa, un input iniziale che rendesse più coinvolgente l’intera storia, poiché così ci pare solo di essere catapultati in una situazione senza capo ne coda.
Ad ogni modo il film di Liza Johnson non sembra essere interessato a null’altro che portarci fino all’incontro fatidico.
È su questa ultima parte che si regge tutto il film. Grazie alle due interpretazioni eccezionali degli attori il resto si annebbia e terminiamo la visione abbastanza divertiti.
Dove vederlo: disponibile per l’acquisto su Google Play Store, Apple Store e Chili.
Voto: 6,5
Aaron

Aaron

Laureato in Scienze storiche all'Alma Mater di Bologna e smanettone informatico, ma da sempre appassionato di cinema. È un vero onnivoro e non c'è genere che non apprezzi. Primo film visto al cinema: Jurassic Park. Film preferito: Harry ti presento Sally.